Spazietto Bianco SopraTestata

Titolo giornale

Spazietto Bianco SopraTestata

Agricura

Amici degli animali

 Gonnosfanadiga - Sarà in località Salaponi, vicino all’attuale oasi per cani abbandonati

Da diversi anni l’associazione Amici degli animali, rappresentata da Caterina Uccheddu, lavora per la realizzazione di un nuovo rifugio. Un sogno, il loro, che sembra oggi a portata di mano: grazie all’impegno della consigliera Monia Casti e dell’amministrazione comunale di Gonnosfanadiga è partito l’iter burocratico.

È stato avviato, dunque, il dialogo con le agenzie interessate, per fare rinascere la località Salaponi come centro per gli animali: «Questo rifugio sarà finalmente il giusto riconoscimento che Caterina e tutti i volontari meritano per questi anni di lavoro», ha raccontato la progettista Mariella Amisani, che segue il procedimento come tecnica, in qualità di ingegnera, ma parla in veste di volontaria, come lei stessa ama definirsi.

«Abbiamo questo progetto da vent’anni – ha aggiunto Amisani - e ora il grande sogno sta per realizzarsi. Con il supporto del Comune stiamo affrontando il superamento dei vincoli ambientali: sarà anche l’occasione per valorizzare l’intera area ex mineraria e farla rivivere, in una nuova veste».

L’associazione Amici degli animali Onlus nacque nel 2006 a Gonnosfanadiga, dall’iniziativa di alcune volontarie che già operavano nel territorio, in località Salaponi. Oggi ospita circa duecento cani e porta avanti un programma autofinanziato: le principali entrate sono costituite dalle quote dei soci e dalle donazioni dei privati.

Giornate, quelle delle volontarie, che iniziano alle 6 del mattino per finire alle 21:«Così è quando va bene e non ci sono emergenze – ha commentato Caterina Uccheddu, presidente dell’associazione – altrimenti si deve correre in clinica e spesso ci si passa tutta la notte. Siamo sei volontarie, a me piace definirmi il direttore d’orchestra: le mie musiciste leggono le mie note perfettamente e insieme mandiamo avanti la vita di più di duecento cani. Ho trovato delle persone straordinarie, condividiamo lo stesso amore per i cani, amiamo il contatto con loro e spesso non ci resta tempo per fare altro».

Poco tempo fa il numero dei cani era sceso a meno di centonovanta, ma le cucciolate abbandonate degli ultimi giorni hanno fatto risalire il numero e oggi la situazione è nuovamente di emergenza.

«Siamo poche volontarie, ci servirebbe altro aiuto fisico. Da poco ho lanciato una richiesta di aiuto sui social, eravamo al limite. Hanno aderito così tante persone che io non ho trovato le parole per ringraziarle tutte. Mi sono sentita tanto fortunata e fortunati sono anche i cani che abbiamo salvato: spero troveranno presto una famiglia».

Vedere nascere il nuovo rifugio nella stessa località è il sogno di Caterina Uccheddu: «Qui ci sentiamo integrate nella realtà campestre della zona, tra chi va a correre, chi cura la campagna, ci sentiamo a casa e al sicuro. Inoltre ormai io ho 68 anni e spero di poter lasciare alle volontarie una situazione più serena di ora, con il rifugio in funzione».

È ancora prematuro indicare una data certa di inizio lavori: «I tempi - ha concluso Mariella Amisani - non dipendono solo da me, ma stiamo percorrendo la giusta direzione. La grande conquista è realizzare la nuova struttura nella stessa area: consentirà tra l’altro di procedere per lotti funzionali e ridurre al minimo l’impatto del trasferimento».

Superate una serie di difficoltà preliminari, sembra insomma che il procedimento stia avanzando nella direzione giusta: «La cosa che mi rende più orgogliosa di questo progetto, non è solo la realizzazione di un rifugio, dopo tanti anni, ma anche la nascita di un’oasi: potranno essere accolti anche altri animali», ha spiegato la consigliera Monia Casti, che fin dal suo insediamento si è occupata di questa problematica.

Leggi anche: "Cecilia: felice tra le pecore"

 

 

Valentina Vinci © Riproduzione riservata

Immagine in evidenza: una cucciolata ospite del rifugio "Amici degli animali" di Gonnosfanadiga

Medio Campidano in breve

Medio Campidano - Donazione sangue
Affinché ci siano sempre scorte sufficienti negli ospedali, ecco gli appuntamenti per le donazioni, a cura di Avis Medio Campidano:
Serrenti domenica 15 maggio;
San Gavino (Ospedale) martedì 17 maggio;
San Gavino (Ospedale) giovedì 19 maggio;
Villanovafranca venerdì 20 maggio;
VillacidroSan Gavino (Ospedale) sabato 21 maggio;
Tuili e Sanluri domenica 22 maggio.

WhatsApp

 

SocialFacebookTwitterInstagramYoutube

L'Ago