Cinema che passione.jpg

 Samassi - Al via al Cinema Italia la rassegna "Giovedì Cinema... che Passione"

Cinema per appassionati da portare al grande pubblico, passando anche per le sale di provincia. Il recente successo dell'ultimo film di Paola Cortellesi, C'è ancora domani, ha avuto un effetto di traino sul cosiddetto cinema d'autore, portando tra i primi dieci posti del box office dei film più visti, diversi titoli di registi finora meno seguiti, a dimostrazione che è possibile coniugare valenza culturale e gradimento popolare.

È in questo nuovo clima, propiziato anche da un massiccio ritorno nelle sale degli spettatori, dopo il confinamento forzato imposto dalla pandemia, che è nata e muoverà i suoi primi passi tra qualche giorno a Samassi la rassegna di film d'autore Giovedì Cinema... che Passione.

L'idea è nata dai proprietari e gestori dello storico Cinema Italia di Samassi, Giuseppina Concu e Cristiano Carta, e all'amico regista Christiano Pahler. «È qualcosa che abbiamo sempre desiderato realizzare - ha spiegato Cristiano Carta - un genere che ha molti appassionati anche nei paesi del Medio Campidano, costretti però prima di questa iniziativa a spostarsi a Cagliari o a Oristano, in locali anche non molto grandi, sui 40 e 50 posti. Molte persone ci chiedevano una rassegna di questo tipo, ma non siamo mai riusciti a organizzarla prima, in quanto le case di distribuzione ci imponevano i passaggi in sala nei fine settimana. Dopo avere costituito la Giucri Entertainment (una società che si occupa di distribuzione, ma anche di produzione cinematografica, ndr) il nostro ruolo è un po' mutato e ci sta dando una forza maggiore per gestire le programmazioni, come per esempio l'opportunità della rassegna di film d'autore. Abbiamo individuato il giovedì come giorno ideale, che consentisse di non interferire con la programmazione più commerciale».


La scelta del giovedì per ospitare le proiezioni ha anche un'altra valenza, come ricorda il regista serramannese Christiano Pahler: «Il giovedì è il giorno che separa la settimana, essendone al centro, un po' come la posizione del purgatorio. E per definizione degli appassionati, i film d'autore sono quelli che stanno nel purgatorio e inevitabilmente non possono che finire o all'inferno o in paradiso».

Il regista si occuperà durante la rassegna di introdurre brevemente al pubblico i vari film presentati: «Il mio spazio amo chiamarlo Il pippone da due minuti: un intervento breve dove non parlerò del film ma dell'autore, cercando di fare entrare nel contesto della'opera gli spettatori, senza raccontare nulla della trama».

La rassegna Giovedì Cinema... che Passione non si esaurirà con questa prima programmazione di quattro titoli a cavallo tra gennaio e febbraio: «L'intenzione - ha annunciato Giuseppina Concu -  è di proseguire dopo metà febbraio con una seconda parte della rassegna. Ci piacerebbe coprire tutto lo spazio che va fino al periodo pre pasquale e replicare successivamente da metà settembre ai primi giorni di dicembre».

Questi gli appuntamenti in programma per la prima parte della rassegna:

  • Giovedì 25 gennaio Un colpo di fortuna (Woody Allen)
  • Giovedì 1 febbraio Anatomia di una caduta (Justine Triet)
  • Giovedì 8 febbraio Dogmman ( Luc Besson)
  • Giovedì 15 febbraio The Old Oak (Ken Loach)

Marco Cazzaniga (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) © Riproduzione riservata

Immagine in evidenza: il Cinema Italia di Samassi durante la proiezione di "C'è ancora domani", di Paola Cortellesi

Di seguito: (da sinistra) Giuseppina Concu, Christiano Pahler e Cristiano Carta

Cinema che passione.jpg


Di seguito: la locandina della rassegna:

Cinema che passione.jpg

 

FacebookFollowersYoutube white Instagram white Twitter

 

 

WhatsApp

Medio Campidano in breve

 

Appuntamenti di cultura, incontro, socialità

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
4
16
17
18
20
21
24
26
27
29
30

Speciale Elezioni Regionali - I consiglieri eletti

Le nostre interviste ai consiglieri regionali eletti

Elezioni regionali