Premio Dessì

 Villacidro - La presidente Aru e il direttivo al lavoro dopo il burrascoso inverno

Il Premio Dessì 2023 ritarderà di due mesi, ma è salvo e si terrà regolarmente, a Villacidro.

La macchina organizzativa per la trentottesima edizione del Premio si è rimessa in moto, dopo il periodo di stallo delle attività della Fondazione Dessì, determinato da una serie di dimissioni a catena succedutesi tra novembre 2022 e marzo 2023, che avevano messo a serio rischio l'attività della Fondazione.

Il Premio

Sia pure in ritardo rispetto alla consueta tempistica, il nuovo Comitato direttivo della Fondazione, guidato dalla villacidrese Debora Aru, ha pubblicato il bando di partecipazione, che prevede lo spostamento del Premio rispetto alla solita data di fine settembre: la cerimonia di premiazione per i vincitori e i finalisti è stata programmata per il 25 novembre.

Il bando di partecipazione, che può essere consultato sul sito istituzionale della Fondazione Dessì (www.fondazionedessi.it), anche per questa edizione, rispetta le consuete formule: suddivisione in due categorie, Narrativa e Poesia, e ammissione in concorso di opere in lingua italiana che abbiano visto la loro pubblicazione successivamente al 31 gennaio dell'anno precedente.

Confermata la giuria selezionatrice, presieduta da Anna Dolfi e coadiuvata da una qualificata commissione: Duilio Caocci, Giuseppe Langella, Giuseppe Lupo, Luigi Mascheroni, Gino Ruozzi, Stefano Salis, Gigliola Sulis, da un rappresentante della Fondazione Dessì e dal nuovo giurato Nicola Turi.

Saranno selezionati tre finalisti per ciascuna categoria e tra questi, la giuria eleggerà infine i vincitori: i primi classificati di entrambe le sezioni riceveranno un premio di cinquemila euro, millecinquecento euro per gli altri finalisti.


Oltre ai premi per le due categorie letterarie saranno consegnati anche gli altri due riconoscimenti abituali di ogni edizione del Premio Dessì: il Premio Speciale della Giuria (anche questo di cinquemila euro) che viene riconosciuto a un autore o a un'opera di vario genere letterario, e il Premio Speciale della Fondazione di Sardegna, che invece viene conferito a una figura di rilievo nel panorama culturale, artistico o musicale, per le sue attività condotte nell'anno di riferimento.

Il segretario

Nel frattempo la Fondazione ha pubblicato anche l'avviso pubblico di manifestazione di interesse per la ricerca di un nuovo segretario generale: un incarico professionale che avrà durata fino al 28 febbraio 2024, per un compenso stabilito in 20mila euro, e che sarà regolamentato da un’apposita convenzione.

Tra i requisiti d'accesso elencati nell’avviso, oltre il possesso di laurea, è richiesta ai candidati l'esperienza in enti, istituzioni o organizzazioni che abbiano tra le loro finalità l'organizzazione di attività, servizi, eventi e rassegne di carattere culturale. Il termine per la presentazione delle domande è il 28 maggio.
L’avviso completo con i dettagli per la presentazione delle domande è pubblicato sul sito istituzionale della Fondazione Dessì (www.fondazionedessi.it).


R. Isp. © Riproduzione riservata

FacebookFollowersYoutube white Instagram white Twitter

 

 

WhatsApp

Appuntamenti di cultura, incontro, socialità

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
11
12
13
17
18
19
20
24
25
26
27
28
29
30

Medio Campidano in breve