Titolo giornale

Mostra Bruno Garau

 Villacidro - Inaugurata sabato l'esposizione e la settimana dedicata alla sua memoria

L'arte declinata al femminile: inaugurata sabato a Villacidro la mostra La vita è un opera d’arte in memoria di Bruno Garau, organizzata da Serenella Sanna e ospitata presso le sale del Caffè Letterario, in piazza Zampillo, 5. La mostra è visitabile fino al prossimo 27 maggio, tutti i giorni (lunedì escluso), dalle 17 alle 20,30.

Bruno Garau, classe 1951, nativo di Sardara, terzo di quattro figli, fin da piccolo respirò l’arte in tutte le sue espressione. Era figlio di Abramo Garau, scrittore e sceneggiatore, che esordì artisticamente in un fotoromanzo con Maria Carta. Bruno si laureò in biologia all’Università degli studi di Cagliari, divenne insegnante di biologia e chimica, trascorrendo la maggior parte della sua vita professionale all’istituto magistrale di San Gavino. Coltivò la sua passione per l’arte, la poesia e la musica e trascorse gli ultimi anni della sua vita a Villacidro, assieme alla sua compagna Serenella Sanna e frequentando un gruppo di amici legato al mondo dell’arte.

L'inaugurazione si è aperta con un intevento introduttivo, seguito dai saluti e dai ringraziamenti dell’amministrazione comunale di Villacidro, e da alcuni interventi commemorativi.

«La sua presenza - ha ricordato l’artista Fernando Marroccu - era fondamentale nel gruppo artistico in cui collaboriamo, regalava gioia e momenti di spensieratezza. Bruno, era un grande amico, sempre disponibile con tutti, con la sua chitarra allietava le nostre uscite di gruppo. Ha lasciato un grande vuoto nelle nostre vite e per me, ora, la vita si divide nelle due fasi: con Bruno e senza Bruno. Era un abile pittore, con una tecnica definita e uno stile personale, ha raffigurato il suo paese, Sardara, e in modo meno prevalente la Sardegna. Ciò che mi ha più colpito nelle sue opere è la particolare rappresentazione delle luci, distribuite con grande perizia».

Tra gli interventi della serata anche quelli di Toto Putzu, Serenella Sanna, Albertina Piras e Giuseppe Marras, insegnante al liceo classico Piga di Villacidro, che ha illustrato le opere esposte.

Nella mostra sono presenti anche ritratti inediti di Bruno Garau, eseguiti da quattro pittrici che hanno voluto omaggiare la loro amicizia con l'artista: Antonella Manca, Anna Maria Piras, Marie Atzeni, Valeria Buzilan.

Erica Pittau © Riproduzione riservata

Immagine in evidenza: un momento dell'inaugurazione della mostra (Foto Alessandro Gabriele Tuveri)

 

SocialFacebookTwitterInstagramYoutube

Cultura, incontro, socialità

WhatsApp

Inserzionista laterale