Spazietto Bianco SopraTestata

Titolo giornale

Spazietto Bianco SopraTestata

Agricura

Stràngius: la conferenza stampa di presentazione

 Serramanna - Serramanna - Torna, fino a domenica, il festival della letteratura autobiografica

Torna per quattro giornate – da giovedì 9 a domenica 12 dicembre - il Festival Letterario Internazionale della Letteratura Autobiografica a Serramanna.

«Io trovo - ha dichiarato l’assessore alla Cultura Guido Carcangiu - che, dopo mesi di pausa forzata a livello culturale, Serramanna meriti una forte presa di posizione. Ritengo non vero che la cultura sia un bene puramente immateriale ma, anzi, abbia permesso a quello slancio di propositività e crescita, che si vivono in manifestazioni pubbliche come questa, di permanere nel tempo. Una costruzione di ricchezza da migliorare ininterrottamente, sia come individui sia come collettivitá, attraverso segni e gesti tangibili».

Il Cibo sarà quindi la cornice dialettica all’interno della quale attraversare le tante tematiche che scaturiscono dall’elemento base di tutte le società, alle varie latitudini.
Giuseppe Manias, direttore artistico della manifestazione oltre che rivestire il ruolo di direttore operativo della Biblioteca Gramsciana ha spiegato: «Per troppi individui quello che dovrebbe essere un diritto fondamentale rimane un desiderio pressochè inarrivabile: parlarne accresce la consapevolezza della sua essenzialità, riconoscendone la specificità e garantendogli così dignità e punto d’incontro tra culture anche molto distanti tra loro».

Il Festival nasce dalla volontà di promuovere le attività culturali e con l’obiettivo principale di raccontare e conoscere, anche attraverso il romanzo autobiografico, l’epoca che viviamo. Verrá inoltre veicolata l’attenzione verso autori fondamentali per l’identità culturale del nostro paese consegnando, durante la rassegna, due importanti premi intitolati a Vico Mossa e Franco Putzolu, come spiegato da Carcangiu: «Attraverso l’opera ‘I Cabilli’, Vico Mossa ha infatti portato alla luce il rapporto con lo straniero, laddove per noi questo possa diventare motivo di scambio e confronto aperto, all’interno di un percorso pieno di curiosità e fonte di rinnovamento emozionale».

«Le giornate - ha raccontato Manias - saranno suddivise per argomenti, in quattro macro aree. Apriremo il festival giovedì 9 dicembre con Pianeta Sardegna introducendo il pane come testimonianza della straordinaria eterogeneità, seguiranno le giornate del 10 e 11 dicembre con Esseri Umani e Identità e consapevolezza nella convivialità, per finire, il 12 dicembre, con Curar il corpo coll’Anima. A completare il festival sarà possibile visitare le due mostre Pane pintau de sos Isposos e De sa terra a sa mesa: evidenzieranno visivamente l’importanza e la cura che storicamente ha rivestito il cibo nella nostra tradizione e continua a rivestire».

Jhonny Dotti, Ibrahima Lo, Franciscu Sedda, Andrea Berton e Michele Atzori sono solo alcuni dei nomi degli autori le cui opere saranno portate all’attenzione come testimonianza autobiografica del senso d’appartenenza e da cui partire per eventuali confronti.

«Come sempre è stato - ha spiegato Carcangiu - il festival si farà grazie alla partecipazione attiva dei tanti cittadini appassionati alla letteratura ma anche delle associazioni che non hanno mai fatto mancare il loro sostegno, come nel caso della Citta della Terra Cruda, anch’essa organizzatrice. Purtroppo, le serate all’interno delle corti delle case tradizionali che hanno caratterizzato le precedenti edizioni, quest’anno non saranno riproponibili per la differente collocazione stagionale e per le misure anti pandemia».

Prevista, in questa edizione, un’ iniziativa che coinvolgerà il pubblico: un mini sondaggio per raccogliere alcune indicazioni di gradimento su quale tra gli argomenti proposti potrebbe essere il tema portante per la prossima edizione.

 

Ilaria Piras © Riproduzione riservata

Immagine in evidenza: un momento della conferenza stampa di presentazione, con Deborah Succa, Giuseppe Manias, Guido Carcangiu

Di seguito: la locandina di Stràngius 2021

Stràngius - locandina

Per il programma del festival Stràngius a Serramanna e altri appuntamenti nel Medio Campidano visita La Dolce Vita.

Medio Campidano in breve

Villacidro - Per non dimenticare
Martedì 5 luglio, alle 10, a un anno dal tragico incidente in cui perse la vita Ignazio Sessini, davanti ai cancelli d'ingresso di Villaservice, si terrà un'assemblea per ricordare l'operaio morto sul lavoro.
Ignazio Sessini
La partecipazione è aperta a tutti.
Sardara - Tirocinante cercasi
C'è ancora tempo fino al 4 luglio per presentare la domanda di selezione per titoli e colloquio di un tirocinante laureato da impiegare negli uffici comunali. I requisiti sono: residenza a Sardara, disoccupazione, laurea per l'accesso agli impieghi pubblici di categoria D.
Avviso e modulistica sul sito web del comune.
Pabillonis - Sterilizzazioni
C'è tempo fino al 15 luglio per aderire alla campagna di sterilizzazione gratuita, per i cani regolarmente microchippati (anche da gregge), tramite i veterinari individuati dal comune. Per maggiori informazioni, qui l'avviso e il modulo scaricabile.
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
3
4
11
12
13
14
15
17
18
19
20
21
22
24
25
26
27
28

L'Ago Dolce Vita

WhatsApp

 

SocialFacebookTwitterInstagramYoutube

L'Ago