Cinema in casa, Serrenti

 Serrenti - Il sogno realizzato del cinefilo Marino De Bois

Quanti appassionati di cinema vorrebbero avere a disposizione una sala solo per loro e per di più all’interno della propria abitazione? Oggi, questo sogno, per Marino De Bois, classe 1956, è diventato una realtà da condividere con tutti: a Serrenti ha realizzato una sala cinematografica all’interno di casa sua, un _giochino_ di settanta metri quadri, tutti dedicati alla grande passione della sua vita.

«Sono un amico storico del figlio del proprietario del vecchio Cinema Dante, del paese, ora dismesso. Ho recuperato lo storico schermo e l’ho trasferito a casa mia. È un telo in gomma, originale del 1956, di piccole dimensioni, 10 x 5, ed è bucherellato da minuscoli fori su tutta la superficie, per far sì che l’audio possa espandersi dal grande altoparlante che si trova sul retro. Avete presente lo schermo del film Nuovo Cinema Paradiso? Ecco, il mio è identico», ha spiegato De Bois.


L’idea di realizzare una sala cinematografica domestica ha preso forma in piena pandemia: «Nella mia vita la passione per il cinema si è manifestata fino da quando ero piccolo. Per me la domenica non era domenica se non andavo con gli amici a vedere un film al cinema. Nel 2020, quando eravamo chiusi in casa per il Covid, ho pensato quanto sarebbe stato bello per me trascorrere quel tempo in compagnia della mia passione più grande, i film. Ne possiedo più di 700 tra vecchi titoli e nuove uscite. Basta che un film mi piaccia e me lo compro, anche se la preferenza ricade sempre sui film della mia epoca. Il 25 agosto del 2020 mi è stato donato lo schermo del Cinema Dante, l’ho ripulito dalle incrostazioni, facendo attenzione a non danneggiarlo, e ho iniziato ad allestire la sala. Ci ho messo le vecchie poltroncine, il grammofono e le locandine. Poi ho comprato un proiettore danese 4k, anche se il mio sogno è quello di averne uno di vecchia generazione che, però, è introvabile».

La passione per il cinema Marino De Bois la vive a tutto tondo e oltre a ricreare una sala di proiezione privata ama anche fare visita ai luoghi dove sono stati girate alcune storiche pellicole o dove possa recuperare vecchie locandine: «Sono stato dove hanno girato Ben Hur, Guerre Stellari, Cleopatra e nei luoghi della reggia di Caserta dove hanno girato La donna più bella del mondo con Gina Lollobrigida e Vittorio Gassman. Recentemente sono andato al Rione Sanità di Napoli, alla casa di Totò, dove ho recuperato una sua fotografia originale, grazie al custode con cui ho stretto amicizia. Poi giro moltissimo anche nelle biblioteche antiche, amo tutto ciò che è vintage», ha raccontato De Bois.

Per concludere, il cinefilo di Serrenti, ha confidato come il suo rapporto con il cinema abbia per lui un significato profondo, che va ben oltre la passione: «Quando guardo un film che ho visto da bambino ritorno indietro nel tempo e non mi sento più gli anni che ho: se un film mi ha fatto ridere o emozionare, rido o mi emoziono come la prima volta che l’ho visto».

Alessia Vacca © Riproduzione riservata

Immagine in evidenza e seguenti: la sala cinema privata di Marino De Bois a Serrenti

Cinema in casa, Serrenti

Cinema in casa, Serrenti

FacebookFollowersYoutube white Instagram white Twitter

 

 

WhatsApp

Medio Campidano in breve

 

Appuntamenti di cultura, incontro, socialità

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
4
16
17
18
20
21
24
26
27
29
30

Speciale Elezioni Regionali - I consiglieri eletti

Le nostre interviste ai consiglieri regionali eletti

Elezioni regionali