Natzionale

 Pabillonis - A fine maggio il Torneo Internazionale in Corsica

Cinque anni fa, il 19 marzo del 2019, avveniva l’esordio della Natzionale Sarda. Il match contro la rappresentativa de Is strangius de Sardigna, una selezione di stranieri che militavano nei tornei regionali, suggellava lo storico inizio del progetto sportivo. Un traguardo atteso da lunghi anni quello di una squadra di calcio di soli atleti sardi, reso possibile con l’ufficialità, nel 2018, del riconoscimento Conifa (Federazione calcistica della quale fanno parte stati senza riconoscimento internazionale, minoranze etniche e regioni). Così dopo aver disputato il trofeo Simeoni-Simon Mossa e il torneo Antudo Cup, la squadra sarda tornerà a calcare il campo.

La Fins (Federazione Isport Natzionale Sardu) ha ricevuto e accettato l’invito da parte della Corsica Football Association, alla partecipazione del torneo internazionale di calcio Corsica Cup, che si terrà nel maggio prossimo.

Le squadre partecipanti, oltre a quella sarda e a quella corsa, saranno la Nazionale Siciliana e quella di Saint-Martin, il formato sarà quello ad eliminazione diretta con semifinali e finali.
Il 22 maggio alle 19 si disputerà Corsica-Sardegna, mentre il 23 maggio, sempre alle 19 la Sicilia sfiderà Saint-Martin. Il 25 maggio alle 17:30, si disputerà la finalina per il terzo posto e alle 20 si sfideranno per la finale, le due squadre vincitrici dei precedenti incontri. Le sedi degli incontri, al momento, sono Porto-Vecchio stadio Claude Papi per le semifinali e Bastia stadio Armand Cesari per le finali (potrebbero però subire delle variazioni per motivi logistici).


«Siamo felicissimi di poter partecipare a questo evento sportivo», ha commentato il presidente Fins Gabriele Cossu. «Il torneo sarà una vetrina importantissima e utile per far crescere tutto il movimento calcistico sardo. Dopo la primissima gara in casa ad Olbia contro la Corsica nel 2019 e la trasferta in Sicilia nel 2022, non vediamo l’ora di riscendere in campo per tenere alto il nome della Sardegna», ha concluso Cossu.

Anche il direttore generale, Vittorio Sanna, ha rimarcato più volte come la potenza del calcio riesca a trasformarsi nel veicolo più veloce del mondo per far arrivare dappertutto la propria storia, i valori e la cultura.

«Il quadrangolare in terra corsa di così alto valore tecnico è una sfida che abbiamo accolto con entusiasmo». ha aggiunto la presidente della Natzionale, Stefania Campus. «Tutto lo staff tecnico - ha continuato Campus - con in primis il mister Vittorio Pusceddu, è già all’opera per preparare al meglio questo impegno. Siamo certi che sarà un’occasione unica per far conoscere a livello internazionale la nostra isola».

Stefano Cruccas (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) © Riproduzione riservata

Immagine in evidenza: una scena di gioco della prima partita della Natzionale Sarda (foto concessa)

Di seguito: (da sinistra) Gabriele Cossu, presidente della Federazione Sarda; Antonio Emma e Giovanni Privitera, dirigenti Nazionale Sicilia; Andrè di Scala presidente Nazionale Corsica,; Alberto Lepiscopo, direttore generale Nazionale Siciliana. (foto concessa)

Natzionale

FacebookFollowersYoutube white Instagram white Twitter

 

 

WhatsApp

Medio Campidano in breve

 

Appuntamenti di cultura, incontro, socialità

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
4
16
17
18
20
21
24
26
27
29
30

Speciale Elezioni Regionali - I consiglieri eletti

Le nostre interviste ai consiglieri regionali eletti

Elezioni regionali