Spazietto Bianco SopraTestata

Titolo giornale

Spazietto Bianco SopraTestata

Agricura

In nome del popolo basso

 Gonnosfanadiga - “In nome del popolo basso”, le proteste del 1848 raccontate da Marino Melis

Anche Gonnosfanadiga ebbe il suo Quarantotto: precedette di una settimana la rivolta di Guspini, che per 5 giorni si ribellò ai dominatori sabaudi.

Lo si è appreso ieri sera alla Biblioteca comunale di Gonnosfanadiga, durante la presentazione del libro In nome del popolo basso, il cui sottotitolo esplicita il periodo storico preso in esame:“fatti e antefatti della rivoluzione guspinese del 1848”.

A presentare il libro, l’autore guspinese Marino Melis, che ha raccontato a Il Sardington Post la genesi dell'opera: «Sono partito da un excursus storico che ho approfondito, a partire dagli anni che vedono l'arrivo dei Savoia in Sardegna (1720). I cambiamenti introdotti nell’Isola dai sabaudi portarono ben presto ad avere conseguenze pesanti sul tessuto socio economico della Sardegna, fino a portare agli eventi di protesta descritti nel libro».

Nel 1848, un po' in tutta la Sardegna ci furono rivolte e proteste contro le imposizioni del governo sabaudo, a partire dall’Editto delle chiudende, ma anche all’osteggiata introduzione del sistema metrico decimale, la riforma dei consigli comunicativi, la riforma monetaria e tante altre leggi calate dall'alto, senza che il popolo ne riuscisse a comprendere pienamente la portata e la convenienza.

Sull’onda lunga delle proteste del’48, vent’anni più tardi, a Nuoro, ci sarebbero stati i moti di Su Connottu.

Nel libro di Melis, c’è un intero capitolo dedicato a Gonnosfanadiga, come ha spiegato l'autore: «A Gonnosfanadiga ci fu una rivolta che si accese una settimana prima rispetto a quella di Guspini, partita dalle stesse motivazioni di protesta. La rivolta si dissolse rapidamente e senza spargimento di sangue, mentre a Guspini si verificarono episodi cruenti, nei quali venne ucciso il notaio Serpi, segretario comunale, e si registrarono anche altre violenze».

La rivoluzione di Guspini, nell’aprile del 1848, portò a instaurare una sorta di Repubblica, dall’effimera durata di 5 giorni, durante i quali vennero abolite tante delle leggi del governo piemontese, soppressi i dazi e modificati i prezzi dei generi alimentari.

«La rivolta – ha raccontato Melis - venne messa a tacere con l'arrivo di uno squadrone di 60 cacciatori franchi, che diedero la caccia ai rivoltosi e imposero la tregua nel paese».

Nel libro, frutto di una meticolosa ricerca condotta negli archivi comunali e diocesani e all’Archivio di Stato di Cagliari, si raccontano anche i rapporti con le altre comunità in qualche modo collegate a Guspini: oltre a Gonnosfanadiga, Arbus, San Gavino, Villacidro, Sardara, Mogoro, Forru (l’attuale Collinas), Pabillonis, Terralba e Arcidano.

 

R. Isp. © Riproduzione riservata

Immagine in evidenza: Marino Melis durante la presentazione di "In nome del popolo basso"

Immagini seguenti: Marino Melis e il sindaco di Gonnosfanadiga, Andrea Floris


In nome del popolo basso

In nome del popolo basso


Medio Campidano in breve

Lunamatrona - Microchip cani
Martedì 6 dicembre, dalle 9 alle 11, al campo sportivo Rosa e Federico Mancosu, sarà effettuato il servizio gratuito di applicazione del microchip identificativo sui cani di proprietà, promosso dal Comune in collaborazione con il Servizio veterinario della Asl.
Prenotazioni via mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
Arbus - Incontro agricoltura
Venerdi 25 novembre, alle 10,30, nella sala consiliare del Comune si terrà un incontro pubblico sulle nuove politiche agricole comunitarie. Interverranno il direttore del servizio territorio rurale Gianni Ibba e il funzionario Giambattista Monne, dell'assessorato regionale all'Agricoltura.
Villacidro - Reis
Il settore Servizio Politiche Sociali del Comune di Villacidro, ha pubblicato il bando per la formazione delle graduatorie del programma Reddito di inclusione sociale (Reis) 2022.
Le domande devono essere presentate entro le 12 del 7 dicembre 2022, via Pec, (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; via e-mail (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) o consegnate a mano, all’Ufficio Protocollo.
Il bando integrale con i requisiti d’accesso e i dettagli sulle modalità di presentazione della domanda sono disponibili a questo link.
Per chi avesse la necessità di chiarimenti e informazioni, la responsabile del procedimento è reperibile al n. 334 1167414, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 14 e il martedì dalle 15,30 alle 18,30.

L'Ago Dolce Vita

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
28
29
30

WhatsApp

 

SocialFacebookTwitterInstagramYoutube

L'Ago