Spazietto Bianco SopraTestata

Titolo giornale

Murales Resistenza San Gavino

 San Gavino - Online la commemorazione di Anpi, Comune e liceo Lussu-Marconi

«L’indifferenza è più colpevole della violenza stessa. È l’apatia morale di chi si volta dall’altra parte: succede anche oggi verso il razzismo e altri orrori del mondo. La memoria vale proprio come vaccino contro l’indifferenza».

Sono le parole della senatrice a vita Liliana Segre, sempre attuali e da non dimenticare, anche quando a causa di questa pandemia mondiale le iniziative culturali potrebbero passare in secondo piano: «Non fermarsi in questo periodo di covid è molto importante - spiega Carlo Marras, referente Anpi del Medio Campidano - per questo il 27 gennaio abbiamo organizzato una Giornata della memoria che si svolgerà online, in collaborazione con il Comune di San Gavino, l’assessora Silvia Mamusa e il liceo Lussu-Marconi».

L’Anpi grazie al progetto in collaborazione con il Miur promuove l’attività dei racconti della resistenza:«Vogliamo essere coscienza critica e confronto anche tra quello che è successo e ciò che potrebbe succedere nuovamente, per questo è importante sensibilizzare gli studenti anche su temi come l’omofobia», continua Carlo Marras.

Durante l’evento verrà presentato il libro Emilio e i compagni, di Franco Melas, nipote di Zemiro Melas, protagonista delle note presenti in questa pubblicazione: nato a San Gavino, si trasferisce a Firenze per intraprendere gli studi universitari e dal 1941 a Lubiana e Spalato per insegnare nei licei, dove prese coscienza di ciò che stava succedendo. Mussolini aveva iniziato un processo di italianizzazione, togliendo le insegne in lingua slava e sostituendole in lingua italiana, imponendo il saluto romano e istituendo tribunali speciali.

Collaborò con i partigiani di Tito e alla caduta di Mussolini rientrò a Firenze ed entrò nelle organizzazioni del PCI. Oggi è ricordato come uno dei partigiani sangavinesi assieme a Giuseppe Marras, Gesuino Angei, Luciano Madrigali e Giuseppe Biancu, ai quali è stato aggiunto il nome di Bruno Scanu che recentemente, prima della sua morte, ha ricevuto la tessera ad honorem dell’Anpi a Viareggio.

Sono tanti i progetti dell’Anpi:«Vorremo approfondire anche altri avvenimenti come il porrajmos (lo sterminio delle popolazioni romanì: Rom, Sinti, Manush, Kalé) - racconta Carlo Marras - non tutti sanno che i campi in cui era previsto l’internamento dei Rom e dei Sinti durante il fascismo sono 26, di cui 14 in Sardegna».

L’appuntamento per assistere all'evento online è per domani, 27 gennaio, alle 10,15.

Valentina Vinci © riproduzione riservata


Immagine in evidenza: Il murales di Piazza Resistenza, a San Gavino, realizzato a cura dell'associazione Non Solo Murales (Foto: Andrea Altea)

Immagine seguente: Locandina dell'evento

Guspini GiornataDellaMemoria Locandina

Medio Campidano in breve

San Gavino •Consulta commercianti• È stata prorogata fino al 31 gennaio la raccolta di manifestazioni di interesse per costituire la Consulta comunale per le Politiche commerciali e le Attività produttive.
Medio Campidano •Prelievi ed esami• È stato istituito un nuovo numero telefonico per la prenotazione di prelievi ed esami di laboratorio per tutti i poliambulatori del Medio Campidano: 339 8753619.

WhatsApp

 

SocialFacebookTwitterInstagramYoutube

L'Ago