Spazietto Bianco SopraTestata

Titolo giornale

ComunitaEnergetiche

 Ussaramanna - Villanovaforru - Costituite le Comunità energetiche. Entro l'anno gli impianti

A Ussaramanna e Villanovaforru un altro passo verso l’indipendenza energetica.
La scorsa settimana, 40 membri del comune di Villanovaforru e 60 del comune di Ussaramanna, tra privati cittadini e attività commerciali, hanno partecipato alla costituzione della Cer (Comunità Energetica Rinnovabile) dei due comuni della Marmilla, sulla scia dei procedimenti avviati nei mesi precedenti dalle amministrazioni comunali, con le manifestazioni di interesse da parte dei cittadini.

I componenti delle neonate comunità gemelle potranno condividere l’energia degli impianti fotovoltaici da circa 53 kWp (potenza nominale), già in fase di progettazione, che avranno una produzione media di circa 69 Mwh/anno e saranno realizzati entro l’anno sulla palestra della scuola media di Villanovaforru e sui tetti del magazzino comunale e del centro di aggregazione sociale di Ussaramanna, senza costi aggiuntivi da parte dei cittadini aderenti.

Infatti, mentre i benefici per l’elettricità autoconsumata e per la vendita al gestore dei servizi energetici dell’energia immessa in rete saranno totalmente destinati a tutti i membri della Comunità energetica, i due comuni hanno deciso di farsi carico dei costi di avviamento della Cer, di realizzazione e gestione del nascituro impianto. 
«La comunità energetica – ha detto il primo cittadino di Villanovaforru, Maurizio Onnis - ci aiuterà senz’altro ad avere un rapporto più sano con l’ambiente: tutti capiscono che consumare energia autoprodotta in loco da fonte rinnovabile è altro rispetto al consumare energia prodotta lontano e da combustibili fossili. Ma ci aiuterà anche a ridurre la nostra dipendenza economica dall’esterno e, col tempo, grazie al perfezionamento delle leggi, ci aiuterà a praticare una vera democrazia energetica, distribuendo equamente elettricità a ciascuno secondo i suoi bisogni e sulla base delle decisioni comuni dell’Assemblea. In altre parole, si tradurrà in uno strumento di autodeterminazione e di crescita di consapevolezza per gli abitanti di Villanovaforru».


Anche Ussaramanna crede fermamente nello sviluppo di nuove politiche energetiche, come dimostra anche il successo del progetto StoRes, finanziato dal programma Interreg Med, in collaborazione con il Diee (Diee dipartimento ingegneria elettrica ed elettronica) dell'Università di Cagliari.
«La nuova frontiera è rappresentata dalla creazione della comunità energetica, in grado di fornire un piccolo supporto economico ma di compiere un grande passo verso l'autonomia energetica» ha commentato Marco Sideri, sindaco di Ussaramanna, che ha aggiunto: «i cambiamenti climatici e il pericolo di sfruttamento del suolo da parte di azioni speculative sono purtroppo una realtà, a cui ci si può opporre solo con nuovi modelli collettivi di produzione e consumo. L'obiettivo di lungo periodo è quindi quello dell'autosufficienza energetica per un ulteriore abbattimento dei costi in bolletta e per un futuro sempre più green. Con la nascita della nuova realtà associativa, il Comune di Ussaramanna prende l'impegno di consultare questo importante organismo ogni qualvolta si dovranno effettuare delle scelte in termini di politica energetica locale».

Un contributo determinante alla realizzazione delle Cer, va riconosciuto ai cittadini dei due paesi della Marmilla, che hanno aderito al progetto senza esitazione, dimostrando grande sensibilità al tema del risparmio energetico e della cura dell’ambiente.

Il prossimo passo è fissato per l’autunno, quando sarà installato l’impianto fotovoltaico, attualmente in fase di progettazione. Dopo le pratiche di connessione, che si ritiene possa essere concluso a gennaio, l’impianto sarà operativo e la Cer sarà in grado di erogare e consumare l’energia elettrica autoprodotta.

 

T. Giada Podda © riproduzione riservata

Immagine in evidenza:
i componenti della Comunità Energetica Rinnovabile di Ussaramanna nel giorno della costituzione

 

SocialFacebookTwitterInstagramYoutube

Medio Campidano in breve

Villanovaforru •Arrexini• Il 24 e 25 luglio si terrà il festival Arrexini. E’ il primo festival dedicato alla lingua e alla cultura isolana, che si pone l’obiettivo di promuovere la letteratura, la musica, il cinema e il teatro contemporaneo, utilizzando il sardo e le lingue della Sardegna. (Red.)
Guspini •Estate guspinese• Il 26 luglio è in programma, per l’Estate guspinese, “Radio clandestina”, di e con Ascanio Celestini, alle 21,30 in piazzale Anglosarda -Miniere di Montevecchio - Cantiere di Levante (max 200 posti, prenotazione obbligatoria a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)
Ussaramanna •Arrexini• Il 31 luglio e il 1 agosto si terrà il festival Arrexini. E’ il primo festival dedicato alla lingua e alla cultura isolana, che si pone l’obiettivo di promuovere la letteratura, la musica, il cinema e il teatro contemporaneo, utilizzando il sardo e le lingue della Sardegna. (Red.)
Guspini •Eutanasia• Fino al 15 settembre sarà possibile sottoscrivere il quesito referendario anche nel Comune di Guspini, all’ufficio elettorale, concordando un appuntamento previa chiamata al numero 070 9760244, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12. (Red.)
Sanluri •Agevolazioni• Prorogato l’abbattimento della Tari (annualità 2020) per le utenze non domestiche fino al 31/12/2021, con percentuali dal 30% fino al 100%. Aggiunti altri codici Ateco. Prorogata la scadenza 1° rata di Imu e Tari per tutte le utenze al 16 settembre 2021 (2° rata invariata al 16.12.2021). (S.A.)
Pabillonis •Consiglio comunale• Il Consiglio Comunale è convocato per il giorno 30/07/2021, alle 18,30. All'ordine del giorno: salvaguardia degli equilibri di bilancio e immobili in regime di edilizia residenziale pubblica. (Red.)

WhatsApp

Mighir...I ritratti...Cucistorie