Duna Piscinas

 Arbus - Persi 2 milioni di euro per la revoca del finanziamento. Il sindaco Salis: «Pronto a nuove azioni»

Svanisce un'immensa opportunità: la Fondazione con il Sud ha revocato il finanziamento di 2 milioni di euro per il progetto Ecoparco Dune di Piscinas – Montevecchio, un'iniziativa partita nel 2016 tra i banchi dell’Aula consiliare di Arbus, grazie soprattutto al contributo di numerosi cittadini. Il progetto era stato poi approvato definitivamente il 29 luglio 2022 all’unanimità in una seduta del Consiglio comunale.

«Abbiamo appreso questa notizia attraverso i mezzi di informazione – ha specificato Annita Tatti, consigliera di minoranza del gruppo Avanti Arbus  – tristemente, aggiungo. Come consiglieri non possiamo accedere al protocollo da diversi mesi ormai e non abbiamo mai saputo cosa stesse succedendo tra la Fondazione e l’amministrazione. È un progetto a cui abbiamo sempre creduto, dal momento del suo inizio, ci sarebbe piaciuto entrare in merito alle variazioni ma la maggioranza non ci ha dato nessuna possibilità, a parte il voto all’unanimità della seduta in Consiglio comunale ormai più di un anno fa. È l’ennesimo treno che purtroppo Arbus si perde, in burocrazie, lungaggini e scetticismi che avremmo potuto valutare insieme per il bene del nostro paese».

Il lavoro all'idea iniziale partì nel 2015 e vide ufficialmente la luce nel 2016, grazie al contributo di associazioni, dei comuni di Arbus e Guspini, di cittadini e diversi amministratori che in questi anni si sono alternati sui banchi del Consiglio comunale.

«Dal novembre 2020 a oggi – ha diramato il gruppo di minoranza Avanti Arbus in un comunicato - abbiamo solo assistito a insicurezze politiche, rallentamenti amministrativi, continue richieste di modifica che non hanno fatto altro che allungare inesorabilmente i tempi. Chi, dopo 15 mesi di silenzio, ha portato alla revoca del finanziamento, deve assumersi le responsabilità di fronte alla comunità e al territorio, senza scaricare inutilmente le colpe su altri».


«Sulla vicenda dell' Ecoparco si informerà il Consiglio comunale. In tutti questi giorni si continua a lavorare per cercare di tentare tutte le vie e le interlocuzioni per salvare il progetto, nel quale, nonostante la doccia fredda relativa alla notizia della revoca, si continua fermamente a credere e rispetto al quale assieme all'assessore al turismo ho redatto una nota dove diamo riscontro all'ultima comunicazione della Fondazione con il Sud. Sicuramente una notizia dolorosa per l' amministrazione comunale e il territorio», ha affermato il sindaco di Arbus, Paolo Salis.

Il primo cittadino di Arbus ha poi ricordato le ultime fasi della vicenda : «Abbiamo creduto in questo progetto, lo abbiamo rimodulato, portato in Consiglio comunale e approvato all’unanimità a luglio 2022. Da allora e solo a marzo 2023 il capofila del progetto, Legambiente di Guspini, ha protocollato il progetto con annesso lo schema di contratto di partenariato pubblico-privato. Conseguentemente l'amministrazione ha ravvisato la necessità di conferire lo specifico incarico di studiare la fattispecie, predisporre il bando per poi provvedere alla pubblicazione alla responsabile del servizio amministrativo-finanziario. Quando ormai ci si avvicinava al momento della pubblicazione è intervenuta la riscrittura del codice degli appalti che ha reso necessario la revisione del bando di pubblicazione e dello schema di concessione alla luce dei nuovi riferimenti normativi. In risposta alla nota del 16 settembre redatta dalla Fondazione, con una sorta di ultimatum, si è messo in evidenza che nonostante le difficoltà, legate anche alla carenza di organico nella quale l'ente si trova, e a dispetto di un lungo e non facile iter amministrativo, non si nutrivano dubbi sulla volontà di portare avanti il progetto, ma ci si è per contro subito attivati per dare riscontro al sollecito di Fondazione, con una nota a corredo della quale si allegava un cronoprogramma, con una nuova delibera di Giunta tesa a rafforzare le linee di indirizzo alla responsabile del servizio e l'impegno a pubblicare il bando entro il 30 novembre 2023».


Conclude Paolo Salis: «A oggi, questo non è valso a ottenere il tempo per chiudere l'iter con gli ultimi passaggi illustrati nel sopracitato cronoprogramma. All'amarezza per la revoca del finanziamento, si aggiunge il rammarico della decisione assunta a un passo dal traguardo. Ricordiamo inoltre, senza alcun intento polemico, ma nel rispetto dei fatti, come il progetto riguardasse congiuntamente le amministrazioni comunali di Arbus e Guspini e avesse pertanto carattere unitario. Non possiamo passare noi per essere gli unici responsabili di questa revoca. Non ci sottrarremo al confronto anche nel rispetto di tutti gli operatori che hanno aderito al progetto».

Valentina Vinci (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) © Riproduzione riservata

Immagine in evidenza: Una delle maestose dune di Piscinas

FacebookFollowersYoutube white Instagram white Twitter

 

 

WhatsApp

Appuntamenti di cultura, incontro, socialità

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
23
24
25
30
31

Medio Campidano in breve