Spazietto Bianco SopraTestata

Titolo giornale

Consiglio comunale Arbus

 Arbus Gruppo di maggioranza ridotto a 7 consiglieri: erano 11

A ogni terremoto seguono le scosse di assestamento: è quanto sta avvenendo anche ad Arbus, dopo lo scompaginamento politico emerso durante il Consiglio comunale di lunedì sera.

Le prese di distanza dal gruppo di maggioranza Esserci per Arbus di due consigliere e un’assessora, pur confermando sostegno al sindaco, sono l’evidente segnale che l’attività sismica in seno alla compagine vincitrice alle elezioni del 2020, non si era mai sopita.

Evidentemente la precedente fuoriuscita dalla maggioranza della consigliera Emanuela Paschino, annunciata addirittura durante la seduta d’insediamento del Consiglio, un anno fa, era stata solo una prima scossa di avvertimento.

Ai commenti pronunciati in aula sono seguite alcune considerazioni, meditate dopo la nuova configurazione consiliare, dove il gruppo di maggioranza si è ridotto a 7 consiglieri, dagli 11 usciti dalle urne elettorali.

Per il capogruppo di Abc Arbus Bene Comune, Michele Schirru: «prendiamo atto del terremoto che ha colpito la maggioranza e il Sindaco Concas: di fatto, il gruppo Esserci per Arbus non esiste più. O forse non è mai esistito. Dalle parole di Dessì, Caddeo e Serpi emergono molte delle considerazioni da noi esternate in questo anno riguardo l'attività politico-amministrativa della maggioranza che oggi governa Arbus. In meno di un anno, il gruppo Esserci per Arbus ha perso 4 componenti: crediamo che il sindaco debba valutare molto seriamente la situazione, visti gli scarsi risultati fino a ora ottenuti, la grave condizione organizzativa in cui si trovano uffici e servizi comunali e l'assenza di un gruppo coeso e ampio che possa garantire stabilità, una buona ordinaria amministrazione e politiche di sviluppo per il territorio. Apprezziamo il coraggio di chi ha preferito la tutela della propria libertà di pensiero e di azione rispetto ad una finta unità di facciata».

Emanuela Paschino, del gruppo Al primo posto il cittadino ha commentato: «La formazione di gruppi autonomi in seno ad una maggioranza risponde allo spirito democratico del dialogo e del confronto. Comprendo la posizione della neo consigliera Serpi, che appena entrata si è posta in una posizione di equidistanza dalla maggioranza non riconoscendo nell’azione finora posta in essere, lo spirito originario del gruppo. Nutro invece qualche perplessità sulle posizioni espresse da Michela Dessì e da Elide Caddeo: da un lato hanno denunciato problemi presenti nel gruppo di maggioranza - evidentemente non risolvibili con il dialogo - e contemporaneamente hanno rinnovato la fiducia nei confronti del Sindaco e del gruppo. Mi chiedo come possano continuare a lavorare - Dessì addirittura da assessora – con lo stesso gruppo dal quale si sono formalmente distaccate».

Rincara la dose il consigliere Luciano Aru, del gruppo Abc Arbus Bene Comune: «Ciò che dovrebbe fare riflettere il sindaco Concas sono le motivazioni che hanno indotto le consigliere a costituire nuovi gruppi. Serpi ha accusato sindaco e giunta di immobilismo, di non avere portato a termine gli obiettivi dei primi 100 giorni nemmeno negli ormai 400 e addebitato al sindaco di non rispettare gli accordi. Dessì e Caddeo hanno anche accusato il sindaco e alcuni componenti della giunta di anteporre il proprio ruolo al bene del paese. Tutte cose che noi del gruppo Abc ripetiamo da mesi. Il dato certo è che il sindaco non ha più la maggioranza in Consiglio».

Sulla vicenda, questo è quanto comunicato dal sindaco Andrea Concas: «Prendo atto delle decisioni delle consigliere, ma non posso che essere rattristato, perché viene a mancare quello spirito orientato al bene del paese che ha unito i candidati. Parlandone, si sarebbero risolte incomprensioni e malumori. Del resto non sono stati mesi facili, fra pandemia, carenza di personale e un'eredità politico-amministrava pesante».

 

Valentina Vinci © Riproduzione riservata

Immagine in evidenza: un momento del Consiglio comunale che ha sancito la scomposizione della maggioranza in diversi gruppi
(fotogramma tratto dalla diretta realizzata da Sky of Angels TV)

Medio Campidano in breve

Villamar •Pro Loco• È aperto il tesseramento per l'anno 2022 all'associazione Pro Loco di Villamar. Le iscrizioni si effettuano presso la sede di via Azuni, 2 (Casa Maiorchina) secondo questo calendario: martedi 18 (16,30 - 18); giovedì 20 (9,30 - 11); domenica 23 (10 - 11,30); martedì 25 (16,30 - 18); giovedì 27 (9,30 - 11); domenica 30 (10 - 11,30).
San Gavino •Consulta commercianti• È stata prorogata fino al 31 gennaio la raccolta di manifestazioni di interesse per costituire la Consulta comunale per le Politiche commerciali e le Attività produttive.
Medio Campidano •Prelievi ed esami• È stato istituito un nuovo numero telefonico per la prenotazione di prelievi ed esami di laboratorio per tutti i poliambulatori del Medio Campidano: 339 8753619.

WhatsApp

 

SocialFacebookTwitterInstagramYoutube

L'Ago