Spazietto Bianco SopraTestata

Titolo giornale

Canile

 Arbus Nessuno dei partecipanti aveva superato il punteggio minimo

Riaperta la procedura per l’affidamento della gestione del canile comunale di Arbus, scaduta ormai da mesi.

In questi giorni si è provveduto a una nuova gara, come ha spiegato il vicesindaco Paolo Salis: «il bando arriva dopo tante proroghe tecniche e nessuna delle ditte concorrenti è stata valutata positivamente dalla commissione. Serviva qualcosa di innovativo: nuove idee semplici, anche a basso investimento. Lo scopo è fare avvicinare le persone al canile. In questi anni, grazie anche al lavoro della precedente gestione, il randagismo si è notevolmente ridotto. La novità di questo bando è che abbiamo aggiunto la realizzazione del gattile con la possibilità della sterilizzazione gratuita da parte della Assl».

Il rifugio-canile sanitario ha oggi in custodia circa settanta cani, rinvenuti negli anni passati e in attesa ora di una famiglia. La struttura è attiva da tredici anni, come ha spiegato l’attuale gestore Andrea Armas: «dal 2008 sono oltre 500 i cani entrati nel canile e oltre il 60 per cento è stato dato in adozione, alcuni sono stati riconsegnati ai proprietari, gli altri sono ancora nostri ospiti in attesa di una famiglia. Siamo riusciti a creare una rete di conoscenze con vari operatori del settore che ci hanno permesso di lavorare bene, abbiamo anche una convenzione diretta con la Assl». Armas ha poi aggiunto: «vorrei che il bando durasse almeno dieci/quindici anni per permettere a noi imprenditori di potere investire e rientrare degli investimenti fatti».

I cani randagi - così si definiscono se privi di chip - che entrano nella struttura comunale, seguono un iter molto scrupoloso: in primis vengono iscritti all’anagrafe canina, messi in isolamento e visitati dal veterinario convenzionato. Poi avviene la sterilizzazione, dopo attenti esami, e successivamente la profilassi delle vaccinazioni».

Circa cento famiglie di Arbus in questi anni hanno adottato un cane proveniente dal rifugio.
La disponibilità è massima: è sempre possibile contattare telefonicamente la struttura e organizzare un incontro. «Solitamente – ha continuato il gestore Armas – è il primo incontro quello in cui proprietario e cane si scelgono: un amore a prima vista. Il nostro colloquio non è eccessivamente formale ma qui cerchiamo di capire le caratteristiche del padrone e che tipo di cane cerca, le abitudini, la tipologia di vita che condurranno insieme».

Tante le storie dei cani che si sono concluse con un lieto fine: Maga, uno dei cuccioli ritrovati in un cespuglio a Portu Maga, Milù, Gioia, Birba.

Eccone una, raccontata da Armas: «quando un cittadino proprietario di un cane muore, se non ci sono parenti prossimi del defunto a cui affidare l’animale, se ne occupa il Comune. Arbus in questo è sempre stato virtuoso e la storia di Sparedda, meticcio femmina di circa sette/otto anni è la prova che a volte le situazioni tristi si ribaltano: ora vive in un lussuoso appartamento in Germania. È stata adottata da una coppia tedesca che da anni passa da noi a far visita ai cani, portando sempre loro qualche dono».

Valentina Vinci © riproduzione riservata

Nella foto in evidenza: il canile di Arbus

 

SocialFacebookTwitterInstagramYoutube

Medio Campidano in breve

Villacidro •Corsi di musica• L'Associazione Musicale Santa Cecilia ha aperto le iscrizioni ai corsi 2021/22. I corsi previsti sono: propedeutica (3-9 anni), ottoni, ance, flauto, percussioni, cordofoni, archi, pianoforte e canto moderno. Per iscriversi, la segreteria è aperta da lunedì al venerdì dalle 17 alle 19, in via Parrocchia 202. (Red.)
Sanluri •Agevolazioni• Prorogato l’abbattimento della Tari (annualità 2020) per le utenze non domestiche fino al 31/12/2021, con percentuali dal 30% fino al 100%. Aggiunti altri codici Ateco. Prorogata la scadenza 1° rata di Imu e Tari per tutte le utenze al 16 settembre 2021 (2° rata invariata al 16.12.2021). (S.A.)

WhatsApp

CucistorieMighir...I ritratti...