Mario Biancu

 Villacidro - Festeggiato oggi il nuovo centenario: una vita di lavoro e amore dopo la paura della guerra

Un compleanno d'eccezione quello di oggi di Mario Biancu, il nuovo centenario del paese, in gran forma, lucido ed emozionato, festeggiato nella sua casa di Villacidro.

Presenti al rinfresco una ventina di persone, tra cui tre figli, sette nipoti e sei pronipoti, che hanno ricordato anche la compagna di una vita di nonno Mario: Vitalia Steri, scomparsa un anno e mezzo fa, dopo essere stata accanto al marito per ben 72 anni di matrimonio.

Mario Biancu è stato per oltre trent'anni impiegato comunale a Villacidro, dove ha svolto quasi tutti i servizi: in periodi diversi si è occupato di tributi, stato civile e anagrafe ufficio elettorale e leva. Da giovane aveva lavorato anche in miniera, a Montevecchio e a Monti Mannu, poi la scelta di tornare sui libri e completare gli studi di avviamento gli consentì di impiegarsi in comune e condurre una vita lavorativa più tranquilla.

Mario Biancu visse anche l'esperienza della guerra: arruolato nel 1943, a vent'anni, proprio alla vigilia dell'armistizio, quando gli ex alleati tedeschi divennero all'improvviso i nuovi nemici dei militari italiani. Dopo l'otto settembre, in seguito al liberi tutti, le truppe senza ordini precisi si trovarono allo sbando. Così anche Mario Biancu (a Roma, in aeronautica militare) con altri due commilitoni villacidresi iniziò un periodo di peripezie. Con loro tentò di fuggire a piedi verso Napoli, porto più vicino per l'imbarco verso la Sardegna, attraversando le linee tedesche ormai in ritirata verso la Germania.


Ci vollero circa tre mesi per raggiungere la città del Vesuvio, cercando di evitare i tanti pericoli nel tentativo di sfuggire ai tedeschi: durante quei giorni riuscirono a sopravvivere mangiando animali selvatici e rifugiandosi ogni tanto in qualche fattoria. Solo alla fine dell'anno riuscì a raggiungere nuovamente Villacidro.

Tra le sue attività, Biancu si è occupato anche di sport, da appassionato, non praticandolo in prima persona: aveva ricoperto il ruolo di segretario e cassiere del Villacidro calcio, quando la Villacidrese non esisteva ancora.

Durante la cerimonia di oggi figli e nipoti hanno sottolineato il suo modo di essere: tranquillo e sempre attento a condurre una vita sana e senza vizi. Mario Biancu segue un'alimentazione varia e completa, concedendosi anche un bicchiere di vino, senza mai però eccedere, in nulla.

Assieme ai parenti, a festeggiare il centenario c'erano anche il sindaco Federico Sollai e l'assessora ai Servizi sociali Maura Aru, che in rappresentanza di tutta la comunità hanno portato gli auguri e le felicitazioni della cittadinanza per l'invidiabile traguardo raggiunto.



R. Isp. © Riproduzione riservata

Immagine in evidenza e seguenti: alcuni scatti della festa di compleanno di Mario Biancu


Mario Biancu
Mario Biancu
 

FacebookFollowersYoutube white Instagram white Twitter

 

 

WhatsApp

Speciale Elezioni Regionali

Le preferenze ottenute da tutti i candidati della circoscrizione Medio Campidano - Le nostre interviste ai candidati presidenti

Elezioni regionali

Medio Campidano in breve

 

Appuntamenti di cultura, incontro, socialità