Spazietto Bianco SopraTestata

Titolo giornale

Montevecchio

 Guspini Gli abitanti al comune: «riparate almeno la via alternativa»

Gli abitanti di Montevecchio lamentano la situazione di disagio di alcune zone del borgo minerario, che dal mese di gennaio si è acuita per il parziale crollo di un muro in Viale Gramsci, di fronte al Circolo degli operai.

«Il muro aveva ceduto il 4 gennaio – raccontano alcuni dei quasi duecento abitanti – e da subito l’area era stata transennata dagli operai del Comune. A quell’intervento però non ne sono seguiti altri. Il problema principale, ancora oggi, è per gli abitanti del monticello, il postino e gli operai della nettezza urbana, costretti a utilizzare la strada che costeggia la caserma, in pessime condizioni e ormai quasi completamente distrutta. Chiediamo al comune che almeno venga ripristinata questa strada».

La giunta comunale di Guspini, che più volte si era espressa sull’importanza che riveste il borgo minerario nell’ambito di tutto il territorio comunale, dà conto della situazione attuale attraverso Marcello Serru, vicesindaco e assessore con delega ai Lavori pubblici: «Il muro era già stato puntellato, in seguito siamo intervenuti delimitando l’area, per evitare pericoli più grandi. Per procedere all’intervento è servito tempo anche perché non è stato facile risalire al proprietario del muro, perché molti fabbricati a Montevecchio erano della società mineraria e ora sono in capo a Igea».

È infatti da ricordare che alcune costruzioni a Montevecchio non sono di proprietà comunale ma nelle disponibilità di Igea spa, la società mineraria che dal 1986 si occupa della messa in sicurezza e delle bonifiche dei luoghi minerari.

«Ci rendiamo conto - continua Serru - che rispetto a quando era ancora aperta la miniera, le manutenzioni al borgo oggi sono meno rapide, ma all'epoca anche i bilanci comunali erano più floridi. In particolare, i fondi che ricevono i comuni sono diminuiti tantissimo e non sono commisurati alle reali esigenze. Per esempio, il fondo unico che viene assegnato ai comuni dalla Regione è ripartito per il 40 per cento in parti uguali fra tutti i comuni e il resto sulla base agli abitanti, senza prendere in considerazione la superficie del territorio comunale: le risorse pertanto sono sproporzionate a favore dei piccoli comuni. Per quanto riguarda il muro gli uffici comunali hanno richiesto diversi preventivi, risultati molto onerosi, per cui si provvederà all’intervento non appena saranno reperite le risorse necessarie».

Valentina Vinci ©riproduzione riservata

Nell'immagine in evidenza: veduta di Viale Amendola, (foto Enrico Sanna)

Foto seguente: il muro puntellato a Gennaio

Muro puntellato a Montevecchio

Medio Campidano in breve

San Gavino •Consulta commercianti• È stata prorogata fino al 31 gennaio la raccolta di manifestazioni di interesse per costituire la Consulta comunale per le Politiche commerciali e le Attività produttive.
Medio Campidano •Prelievi ed esami• È stato istituito un nuovo numero telefonico per la prenotazione di prelievi ed esami di laboratorio per tutti i poliambulatori del Medio Campidano: 339 8753619.

WhatsApp

 

SocialFacebookTwitterInstagramYoutube

L'Ago