Spazietto Bianco SopraTestata

Titolo giornale

Spazietto Bianco SopraTestata

Agricura

Immaginletterismo

 Arbus - L'artista arburese si racconta

Sarà presente domani con le sue opere a Ferrara, presso il Premio internazionale Vittorio Sgarbi, Giuseppe Floris Serra: pittore, scultore e grafico arburese.

È ideatore di alcune tecniche artistiche tra le quali il Goccismo, una tecnica con pittura a olio attraverso la quale si realizzano dipinti figurativi grazie alla combinazione e all’accostamento di gocce di colore, che conferiscono corpo e spazialità alle immagini; e l’Immaginletterismo, dove la poesia viene resa disegno utilizzando le parole dei versi come elemento grafico che anima i dipinti.

L’artista, sessantacinquenne, si è raccontato a Il Sardington Post: «Iniziai a disegnare in seconda elementare dopo avere osservato un compago, per imitazione: di lì a poco un po’ tutti iniziarono a pressarmi perché volevano un mio disegno. Io non sapevo di sapere disegnare, me ne resi conto per caso. In quarta elementare vinsi un premio, assegnato dal direttore della scuola e a 13 anni vendetti il mio primo quadro. All’epoca realizzavo già anche delle sculture. A 20 anni emigrai a Genova e proprio lì i miei quadri vennero notati da un critico d’arte, fatto che portò la stampa locale a parlare di me e delle mie opere».

A 21 anni Giuseppe Floris Serra tornò ad Arbus dove aprì il suo primo studio d’arte, in via Roma. Oggi la sua galleria si trova in Vico 5° Repubblica, al numero 7.

«Attraverso le mie opere – ha spiegato Giuseppe Floris Serra – cerco sempre la luce, il cromatismo e la profondità. Il sole è un elemento sempre presente, vado alla ricerca della luce con il movimento».

In questo periodo l’artista si sta dedicando all’immaginletterismo e proprio grazie a questa tecnica è stato citato in una rivista con Vittorio Sgarbi: «Ho abbandonato, per ora, il goccismo per la pittura braille: dipingo con gocce in rilievo, con le quali scrivo delle note o una poesia, così da permettere a tutti di godere dell’arte».

Numerosi i premi vinti dall’artista, di seguito alcuni: il Gran premio Unità d’Italia nel 2011, l’Oscar delle arti visive all’Artexpo’ Gallery nel 2011, il Premio Onorifico internazionale Galileo Galilei nel 2004, l’Ermitage du Riou nel 2007.
Altrettanto numerose sono le pubblicazioni con le sue opere e i luoghi in cui ha esposto: Sardegna, Emilia Romagna, Genova, Milano, fino a Monte Carlo e anche New York.

«In questo periodo mi sto dedicando a una nuova tecnica che si realizza disegnando a mano delle figure con dei veli trasparenti sopra». Un artista che non si considera mai arrivato: «Mi piace seguire la mia creatività», ha concluso Giuseppe Floris Serra.

 

Valentina Vinci © Riproduzione riservata

Immagine in evidenza: "La lunga via del tramonto", un esempio di immaginletterismo

Immagine seguente: "No alla violenza sulle donne", realizzato con la tecnica del goccismo

Immaginletterismo

Medio Campidano in breve

Medio Campidano - Donazione sangue
Affinché ci siano sempre scorte sufficienti negli ospedali, ecco gli appuntamenti per le donazioni, a cura di Avis Medio Campidano:
Serrenti domenica 15 maggio;
San Gavino (Ospedale) martedì 17 maggio;
San Gavino (Ospedale) giovedì 19 maggio;
Villanovafranca venerdì 20 maggio;
VillacidroSan Gavino (Ospedale) sabato 21 maggio;
Tuili e Sanluri domenica 22 maggio.

WhatsApp

 

SocialFacebookTwitterInstagramYoutube

L'Ago