Spazietto Bianco SopraTestata

Titolo giornale

Spazietto Bianco SopraTestata

Agricura

Casa dell'acqua Villacidro

 Villacidro -Il libro tratto dalla tesi di laurea di Erica Pittau

Vivere nel paese delle Cogas può destare curiosità che non si limitano al loro aspetto, ma sfociano in una vera e propria passione.
Come è successo a Erica Pittau, che proprio a partire dallo studio delle enigmatiche creature, capaci di sortire malefici ma anche di levarli, ha via via ampliato il suo raggio d’azione fino ad approdare allo studio del periodo dell'Inquisizione, delle condanne agli eretici, dei roghi e delle censure librarie.

È così che Erica Pittau, neolaureata venticinquenne villacidrese, sempre mantenendo la centralità della Sardegna al cuore dei suoi interessi, ha costruito la sua tesi di laurea in Beni culturali e spettacolo: un’indagine su uno dei periodi più oscuri della nostra storia e un approfondimento sulla figura di spicco di Sigismondo Arquer, che finì bruciato vivo a Toledo con l’accusa di essere un eretico luterano.

Quella tesi si è ben presto trasformata in un libro: L’atto di fede e il rogo di Sigismondo Arquer, edito da L'Universale, disponibile da alcuni giorni sul mercato.
«È stato casuale – racconta Pittau – il mio incontro con la casa editrice. Ero alla ricerca di informazioni per un altro progetto quando mi hanno segnalato che L'Universale poteva essere interessata alle mie pagine».

Il lavoro era nato per l’esigenza di colmare la penuria di informazioni storiche sui secoli dell’inquisizione in Sardegna: «nei libri di storia relativi al ‘500 e al ‘600 non si parla mai della Sardegna, si descrive l’inquisizione della Corona spagnola ma si approfondisce poco il ruolo della chiesa in Italia. Io volevo parlare dell'arrivo degli inquisitori in Sardegna, dei libri che vennero bruciati e delle figure dei perseguitati» racconta l'autrice.

Intenti che si sono materializzati nelle tre sezioni in cui è suddiviso il libro: nel primo capitolo si analizza il contesto storico caratterizzato dall’Inquisizione Spagnola in Europa e la nascita del Tribunale del Sant’Uffizio in Sardegna, nel secondo si dà conto dell’origine della censura dei libri e dell’opera di repressione condotta dall’Inquisizione spagnola nel territorio sardo e, nel terzo, si approfondisce la figura del giurista e letterato cagliaritano. Si racconta delle persecuzioni cui andò incontro e che lo portarono al rogo in una piazza di Toledo: una condanna che solo formalmente venne motivata dall’accusa di essere un eretico luterano. In realtà la persecuzione e l’incriminazione furono architettate dagli esponenti della nobiltà sarda, che Sigismondo Arquer, procuratore generale del Regno di Sardegna, si era in qualche modo inimicata a causa della sua condotta rigorosa e inflessibile.

Così la Sardiniae brevis historia et descriptio, importante opera di Sigismondo Arquer in cui delineava le principali caratteristiche geografiche e storiche isolane, venne strumentalizzata per rivolgergli l’accusa di luteranesimo: i passi incriminati perché ritenuti contro la religione erano stati scovati in una copia della sua opera stampata in lingua francese, che presentava errori di traduzione grossolani e in grado di generare equivoci di interpretazione.

«Ho voluto mettere in luce in particolare l’enorme paradosso ecclesiastico, dove con l’uccisione di coloro che furono reputati pericolosi per la sacra dottrina cristiana, si contravveniva di fatto all’insegnamento fondamentale del non uccidere» ha sottolineato la giovane autrice.

Per quanto riguarda la promozione del libro, Erica Pittau conclude: «per ora con la casa editrice non abbiamo programmato presentazioni, qualora le condizioni sanitarie lo consentano non escludo che si possano fare» non senza dimenticare i dovuti ringraziamenti: «per il prezioso apporto della docente universitaria Mariangela Rapetti, relatrice della tesi, e dell’artista villacidrese Antonella Manca, realizzatrice della copertina».

L’atto di fede e il rogo di Sigismondo Arquer può essere acquistato online, sia in edizione cartacea , sia in formato Kindle, oltre a essere disponibile nelle librerie.

Marco Cazzaniga © Riproduzione riservata

Immagine in evidenza: Erica Pittau mentre mostra il suo libro

Foto seguente: dettaglio della copertina de "L'atto di fede e il rogo di Sigismondo Arquer"


Casa dell'acqua Villacidro

Medio Campidano in breve

Arbus - Confronto tra i candidati
Mercoledì 25 maggio alle ore 20,45, su Sky of Angels Tv, andrà in onda Stakeholders - verso le amministrative 2022. Interverranno i due candidati sindaco: Paolo Salis e Michele Schirru, ospiti di Alessandro Pusceddu e Roberto Leinardi.
Il pubblico potrà intervenire, inviando un messaggio Whatsapp al numero 379 1129223. La diretta sarà disponibile qui.
Samassi - Presentazione liste
Dopo la presentazione di sabato 21 maggio, al Parco Tematico, della lista SiAmo Samassi,
sabato 28 maggio alle 19,30, in piazza Resistenza, si terrà la presentazione della lista Samassi riparte .
Medio Campidano - Donazione sangue
Affinché ci siano sempre scorte sufficienti negli ospedali, ecco gli appuntamenti per le donazioni, a cura di Avis Medio Campidano:
Serrenti domenica 15 maggio;
San Gavino (Ospedale) martedì 17 maggio;
San Gavino (Ospedale) giovedì 19 maggio;
Villanovafranca venerdì 20 maggio;
VillacidroSan Gavino (Ospedale) sabato 21 maggio;
Tuili e Sanluri domenica 22 maggio.
Guspini - Microchip cani
Martedì 31 maggio, dalle 8,30 sarà attivo il servizio di applicazione del microchip identificativo sui cani di proprietà, presso l'ex ambulatorio comunale di via Don Minzoni, 109 . A cura del servizio veterinario della Asl Medio Campidano, distretto di Guspini.

WhatsApp

 

SocialFacebookTwitterInstagramYoutube

L'Ago