Spazietto Bianco SopraTestata

Titolo giornale

Il Consiglio comunale sabotato

 Villacidro - Nella videoconferenza volgarità, bestemmie e attacchi razzisti e sessisti

Scene rocambolesche nel consiglio comunale in videoconferenza di ieri sera: quasi un'ora di continue intrusioni da parte di alcuni disturbatori hanno impedito il regolare svolgimento dei lavori: si è trattato di un vero e proprio sabotaggio. Non si può tuttavia parlare di un attacco hacker in quanto il disturbo, ripetuto e probabilmente realizzato con diversi dispositivi è avvenuto in modo lecito, utilizzando un link pubblico.

L'antefatto

Per dare la possibilità ai cittadini di partecipare come uditori alla seduta, da giorni era stato pubblicato sul sito del Comune il link alla videoconferenza, realizzata sulla piattaforma Zoom: un modo per offrire a chiunque la possibilità di assistere ai lavori, esattamente come avviene per le sedute in presenza.

La consuetudine (almeno nei precedenti consigli in videoconferenza era successo così) prevede lo spegnimento dei microfoni e delle telecamere degli uditori che via via si uniscono alla videoconferenza: la loro deve essere una presenza non invasiva, esattamente come accade per il pubblico che assiste ai Consigli in Aula e non ha la facoltà di intervenire.

Le operazioni di controllo del traffico degli utenti collegati, sono condotte abitualmente dall'assessore Giovanni Spano, vicesindaco che detiene anche la delega per i sistemi informativi, e che opera una sorta di regia, regolando anche il traffico degli interventi tra i consiglieri collegati. Un sistema ormai rodato da più di una decina di consigli comunali celebrati in questa modalità, tra il 2020 e il 2021.

Gli attacchi online

Fin dall'inizio, però, ieri sera si è notato subito qualcosa di anomalo: uno degli utenti collegati appariva con il nickname "duce" e dopo di lui si sono aggiunti numerosi utenti, molti al di sopra della media di quelli che solitamente si collegano ai consigli online.

Molti dei nomi dei collegati non apparivano familiari e non erano tra quelli dei soliti, abituali uditori. Presto si è capito che tra il pubblico si nascondevano diversi utenti senza interesse alcuno per i lavori del Consiglio. Si sono cominciati a sentire dapprima rumori strani e sottofondi di disturbo, dopodiché la videoconferenza è stata letteralmente presa d'assalto e sono cominciate a risuonare frasi goliardiche, battute imbarazzanti e anche volgarità, bestemmie e attacchi razzisti e sessisti.

Ogni volta che Spano estrometteva dalla videoconferenza un disturbatore, se ne collegava un altro (o forse lo stesso, dotato di più dispositivi contemporaneamente) e la situazione si è fatta ben presto ingestibile. I nuovi collegamenti venivano effettuati anche utilizzando, come nickname, gli stessi nomi dei presenti e così, nel tentativo di epurare i disturbatori, la regia ha estromesso anche alcuni consiglieri, compreso il segretario.

Anche la chat abbinata alla videoconferenza è stata presa d'assalto, con interventi dello stesso tenore di quelli audio, qui irripetibili.

L'epilogo

Tra mille difficoltà, faticosamente, il consiglio è riuscito a votare il rinvio dei lavori a nuova data, che sarà stabilita in un successivo incontro tra i capigruppo.
Probabilmente il prossimo consiglio verrà gestito affidandosi a una piattaforma diversa, che consenta al pubblico di vedere ma non di intervenire, per evitare il ripetersi dell'attacco di ieri e offrire contemporaneamente la possibilità ai cittadini di assistere ai lavori.
La registrazione della videoconferenza, come sempre nei consigli online, è stata effettuata e il materiale sarà messo a disposizione della Polizia postale, che cercherà di rintracciare gli autori del sabotaggio.


Marco Cazzaniga © riproduzione riservata


Nella foto in evidenza: una schermata relativa alla videoconferenza di ieri sera con la chat sovrapposta


 

SocialFacebookTwitterInstagramYoutube

Medio Campidano in breve

Villacidro •Corsi di musica• L'Associazione Musicale Santa Cecilia ha aperto le iscrizioni ai corsi 2021/22. I corsi previsti sono: propedeutica (3-9 anni), ottoni, ance, flauto, percussioni, cordofoni, archi, pianoforte e canto moderno. Per iscriversi, la segreteria è aperta da lunedì al venerdì dalle 17 alle 19, in via Parrocchia 202. (Red.)
Sanluri •Agevolazioni• Prorogato l’abbattimento della Tari (annualità 2020) per le utenze non domestiche fino al 31/12/2021, con percentuali dal 30% fino al 100%. Aggiunti altri codici Ateco. Prorogata la scadenza 1° rata di Imu e Tari per tutte le utenze al 16 settembre 2021 (2° rata invariata al 16.12.2021). (S.A.)

WhatsApp

CucistorieMighir...I ritratti...