Home / ABC / Sardara, Sanità: “La politica deve vigilare sui servizi erogati dall’Ats – Assl Sanluri”

Sardara, Sanità: “La politica deve vigilare sui servizi erogati dall’Ats – Assl Sanluri”

È passata all’unanimità la mozione presentata lunedì 13 luglio a Sardara, dal consigliere comunale Sergio Saderi, per sollecitare la politica a intervenire sui disservizi dell’Ats – Assl Sanluri che, a causa dell’emergenza Covid 19, hanno generato “notevoli disagi ai cittadini” del territorio, soprattutto per le visite mediche specialistiche programmate prima del lockdown.
In un primo momento il sindaco Roberto Montisci ha rassicurato il Consiglio su quanto emerso alla Conferenza territoriale socio sanitaria dei sindaci. “Da oggi – ha detto – nel sito istituzionale dell’Ats, è indicato che sono ripresi i servizi”.
“Quindi i dirigenti dell’Azienda hanno mantenuto la parola data in Conferenza”, ha aggiunto Montisci, precisando di non avere altri elementi per sostenere il contrario.
Ma il consigliere proponente ha insistito, dando il via a una discussione tra consiglieri che hanno riferito le proprie esperienze andate a buon fine, o con esito negativo.
“Purtroppo – è intervenuto di nuovo Saderi – devo dipingere un quadro totalmente opposto. Oltre ad averlo vissuto di persona, ho testimonianze di cittadini, anche dei paesi limitrofi, soprattutto di Sanluri, che hanno inviato email, pec, contattato per telefono e si sono recati nel poliambulatorio anche di persona, e non hanno ricevuto risposta”.
Duro il giudizio del consigliere: “Un’azienda così importante, pagata con soldi pubblici, dovrebbe saper programmare, pianificare, rispondere all’utente in modo adeguato e professionale, almeno
all’Urp (Ufficio relazioni con il pubblico). Invece, non ti sanno neanche dire in quale altra data devo svolgere una visita saltata. Visite programmate a distanza di otto mesi, anche un anno, e chiamano il giorno prima per avvisare che salta. Ma me lo dici il giorno prima? Un paziente potrebbe aver effettuato anche altre analisi per quella visita specialistica. Mi dispiace, ma la parte politica dovrebbe vigilare, dare direttive anche sui tempi. Non capisco perché questa Conferenza non abbia un sindaco d’assalto che scardina il sistema”.
Dopo una pausa, richiesta dal sindaco per consultarsi coi capigruppo, la proposta è stata accolta da maggioranza e opposizione con la seguente rimodulazione del testo.
“Si chiede di impegnare il Sindaco e la Giunta comunale ad attivarsi presso l’assessorato regionale della Sanità, l’Ats e la Conferenza territoriale socio sanitaria dei sindaci dell’Ats – Assl Sanluri, per effettuare un controllo sull’effettiva erogazione dei servizi e per far indicare nel sito web dell’Ats in un’apposita Sezione “Lista d’attesa”, i tempi d’attesa previsti e i tempi medi effettivi per ciascuna tipologia di prestazione erogata”.

m.p. ©riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *