Home / ABC / San Gavino: il murale digitale della scuola primaria di via Paganini vince il Premio Scuola Digitale

San Gavino: il murale digitale della scuola primaria di via Paganini vince il Premio Scuola Digitale

È stato assegnato a una scuola primaria dell’istituto comprensivo “Eleonora d’Arborea” di San Gavino Monreale, il Premio Scuola Digitale promosso dal Miur per incentivare l’utilizzo di tecnologie digitali e favorire l’interscambio nella didattica digitale.
Con il murale digitale “Senza far rumore”, realizzato tramite la “pixel art”, gli alunni di quinta A dell’anno 2018/2019, coordinati dai docenti Arianna Marras e Massimiliano Cau e coadiuvati dalle famiglie e dall’associazione “Non solo murales”, hanno vinto il primo premio della sezione “Valorizzazione del patrimonio culturale e artistico del territorio”.
Il risultato ha entusiasmato i piccoli partecipanti, l’istituto scolastico di via Paganini e l’amministrazione comunale.
“In questi mesi segnati dall’emergenza sanitaria – dichiara il sindaco Carlo Tomasi – è divenuto lampante anche agli occhi dei non addetti ai lavori come Internet e il linguaggio digitale costituiscano degli strumenti oramai imprescindibili e degli eccezionali supporti all’insegnamento tradizionale in praesentia. L’Istituto scolastico ha messo in campo ogni propria risorsa ed energia per far sì che la didattica a distanza colmasse la lontananza fisica con gli alunni, coinvolgendoli e riuscendo a creare un senso di “vicinanza”, seppur virtuale. Ciò è stato realizzato a beneficio di tutti i 970 alunni dei distinti plessi, non escludendo neppure le fasce d’età più giovani, vale a dire i bambini di tre anni. L’attuale Amministrazione, in particolare l’assessora alla Pubblica istruzione Giuseppina Angela Chessa, magnifica il ruolo del sistema scolastico all’interno della società, scorgendo negli istituti scolastici le fucine delle generazioni del domani”.
“Quarantene – aggiunge il primo cittadino – coprifuoco, limitazione delle libertà personali e stravolgimento della normale routine quotidiana, hanno largamente provato lo spirito della popolazione. Ma, lasciando al margine le questioni strettamente economiche, spesso si dimentica che i più piccoli, che si trovano in un fase di formazione permanente e la cui socialità è ancora in fieri, forse hanno pagato lo scotto maggiore. Pertanto il premio vinto dai nostri piccoli alunni della 5ᵃA di via Paganini dell’anno scolastico 2018/2019 acquisisce, di questi tempi, un valore ancora più rilevante. Riporta in primo piano l’identità dei membri più giovani della nostra comunità, mette in luce le loro capacità e il loro ingegno, funge da sprone e da stimolo per tutti noi”.

m.p.  ©riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi