Home / Attualità / Sanluri: educazione stradale per piccoli protagonisti del traffico

Sanluri: educazione stradale per piccoli protagonisti del traffico

Con un impegno di mille euro, l’amministrazione comunale di Sanluri sta portando avanti il progetto di educazione stradale “Edustradando 2.0”, iniziato nel 2015 e realizzato dall’Aspol (Associazione sarda polizia locale), in collaborazione con il comando di polizia municipale, l’istituto comprensivo statale di via Carlo Felice e l’istituto paritario Calasanzio di via degli Scolopi.
Tramite nozioni teoriche ed esercitazioni pratiche, i volontari della Onlus regionale anche quest’anno indirizzeranno gli alunni delle scuole materna, elementari e medie di Sanluri a diventare protagonisti del traffico, “in modo più accorto, sicuro e responsabile, come pedoni, ciclisti, motociclisti e futuri automobilisti”.
Per i più grandicelli, l’associazione mette a disposizione anche il simulatore di guida moto: uno strumento montato su un vero ciclomotore che consente ai giovani studenti di imparare a usare in modo corretto il manubrio, la frizione, il freno e le frecce, e conoscere aspetti e esperienze che si verificano nella guida reale.
“Si tratta di iniziative degne di supporto da parte delle amministrazioni locali – spiega il sindaco Alberto Urpi –. Questi incontri formativi costituiscono un interessante modo di avvicinare i ragazzi alla problematica della circolazione stradale, in primis, e al rispetto delle regole in generale”.

m.p.  ©riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi