Home / ABC / Sanluri, viale Trieste: il consigliere Pilloni annuncia un esposto

Sanluri, viale Trieste: il consigliere Pilloni annuncia un esposto

Lo aveva annunciato anche nella seduta consiliare del 6 agosto.
Il consigliere comunale di Sanluri, Luigi Pilloni, intende presentare esposto alla Corte dei Conti per verificare se sia opportuno concedere il 15 percento in più all’impresa esecutrice dei lavori di riqualificazione in viale Trieste.
Con un’altra interrogazione, giovedì scorso Pilloni ha ribadito le sue intenzioni: “procedere per non sentirsi corresponsabile di scelte amministrative che non condivide”.
“La legge – ha dichiarato il consigliere pentastellato – m’impone di dissentire su eventuali irregolarità. Secondo me, siccome l’impresa aveva accettato i lavori a corpo, compresi i sottoservizi, le spese relative ai sottoservizi non possono essere considerate ‘imprevisti’. Tra l’altro, non è neanche corretto nei confronti delle altre ditte partecipanti alla gara, che probabilmente avevano presentato un’offerta inferiore a questo 15 percento in più”.
Di diversa veduta la maggioranza, che sostiene che la legge consenta un aumento del 15 percento per spese impreviste. “Specialmente quando si tratta di lavori a corpo – contesta l’assessore ai lavori pubblici Massimiliano Podda –. Perché, se non vengono prese tutte le misure, non si può essere certi di quali siano i costi aggiuntivi in corso d’opera”.
Secondo il sindaco Alberto Urpi, “un esposto ora potrebbe interrompere i lavori per le verifiche” e, per Podda, non è necessario: “La rinegoziazione tra Comune e impresa – ha aggiunto – va anche all’Anac (Autorità nazionale anticorruzione) e a tutti gli organi competenti, compresa la Corte dei Conti”.
Interpellato fuori dall’aula, l’assessore Podda ha ammesso che non sia stato rispettato il cronoprogramma, dichiarandosi dispiaciuto per i disagi arrecati ai residenti e alle attività del viale, e per i malumori e la sfiducia di chi vede il cantiere operativo “un giorno sì e una settimana no”.
Ed è proprio a loro che l’assessore si rivolge, ipotizzando: “Presumo, o auspico, che i lavori del viale si concludano a febbraio, marzo. Per ridurre i disagi, chiederemo di far asfaltare prima la strada, in modo da riaprirla subito al traffico, e poi marciapiedi e arredi. È stato detto più volte, ma non è mai abbastanza: ci scusiamo vivamente con chi sta subendo questa situazione da mesi, da quasi un anno”.

m.p. ©riproduzione riservata

foto: Il Sardington Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi