Home / ABC / Sardara, igiene pubblica: ordinanza per la pulizia dei cortili. Il Comune non cura i propri

Sardara, igiene pubblica: ordinanza per la pulizia dei cortili. Il Comune non cura i propri

Entro lo scorso 15 giugno, ai cittadini di Sardara è stato ordinato di pulire i propri ingressi e cortili dalle erbacee, per evitare incendi e scongiurare il “formarsi di ambienti favorevoli al proliferare delle zecche, che rappresentano un potenziale pericolo per l’igiene pubblica”. E, mentre la maggior parte delle famiglie sardaresi tiene in ordine le pertinenze della propria abitazione, quelle di alcuni immobili comunali appaiono, ancora oggi, in totale stato d’incuria.
Oltre ai grovigli di sterpi presenti ad esempio nei cortili di Casa Balilla in via Oristano e della scuola materna di via Trento, in centro abitato non mancano le proprietà private disabitate, sporche e incolte, alcune delle quali con ratti e gatti morti all’interno.
Impossibile non percepirne la presenza anche a distanza: il miasma di decomposizione è inconfondibile. «Chi deve vigilare, non interviene – dice un cittadino che preferisce mantenere l’anonimato –, nonostante ne siano a conoscenza».

Nelle foto: l’asilo comunale in fase di ristrutturazione e il cortiletto di Casa Balilla.

s.p. ©riproduzione riservata | SEGUICI SU TELEGRAM 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi