Home / ABC / Sanluri, tributi non pagati: il Comune annulla le sanzioni

Sanluri, tributi non pagati: il Comune annulla le sanzioni

Non sarà applicata alcuna sanzione sui tributi comunali arretrati, se il debitore paga quanto deve.
È la scommessa su cui punta il Comune di Sanluri per riscuotere i crediti mandati a ingiunzione dal 2010 al 2017.
Oltre un milione e 302mila euro, di cui: 385.629,44 euro da Imu e Ici; 611.169 euro da Tarsu/Tari; 16.196 euro da Tosap; 57.891,62 euro da multe per violazione del Codice della strada e 231.518,29 da concessioni edilizie.
Per recuperare la somma, il Consiglio comunale ha deliberato di rottamare le cartelle esattoriali e consentire ai contribuenti di sanare il proprio debito senza pagare la sanzione, in un’unica soluzione o in 12 rate mensili.
«Abbiamo deciso di utilizzare la facoltà che ci concede la legge – dichiara il sindaco Alberto Urpi –, di dare quindi la possibilità ai cittadini di rottamare i tributi comunali che non hanno pagato. Potevamo decidere di dare questa possibilità solo a chi non aveva aderito la prima volta, ed era ancora fuori tempo. E invece abbiamo deciso di ridare l’opportunità a tutti».
Gli interessati devono presentare domanda entro il prossimo 30 settembre.

m.p. ©riproduzione riservata

SEGUICI SU TELEGRAM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi