Home / Arti Marziali / Successo ai seminari di Ju Jitsu condotti da Giancarlo Bagnulo [FotoGallery]

Successo ai seminari di Ju Jitsu condotti da Giancarlo Bagnulo [FotoGallery]

Eccezionale successo per i due importanti appuntamenti di Ju Jitsu, tenutisi lo scorso weekend in Sardegna.
Un trionfo dovuto alla straordinaria presenza del Maestro internazionale Giancarlo Bagnulo e alla partecipazione numerosa di maestri e praticanti delle scuole di arti marziali dell’isola.
Gli eventi si sono svolti sabato a Olbia, nella palestra SK1, organizzato dal presidente dell’ACSI Sardegna Est, Giuseppe Soma.
Poi domenica, al palazzetto dello sport di Guspini (SU), organizzato dalle scuole “Arti marziali Guspini” e “Dojo Sen No Sen” di San Gavino Monreale, dirette rispettivamente dai maestri Ignazio Olla e Antonello Corona.
Entrambi gli appuntamenti sono consistiti in tre intense ore di approfondimenti e studi dei “settori” del maestro Gino Bianchi e delle tecniche di Tanbo Jitsu. Uno stage didattico per nulla facile, ma reso fluido dal buon livello dei partecipanti, appartenenti ad oltre 15 associazioni sportive di arti marziali.
Oltre agli aspetti tecnici, il Maestro si è più volte soffermato a riflettere di storia del Jujitsu in Sardegna, rimarcando il valore indiscutibile del lungo percorso intrapreso negli anni ’70 e sottolineando l’evoluzione che il Ju Jitsu ha avuto negli anni.
«È giusto, nonché fisiologico, che lo studio del Ju Jitsu cambi nel corso degli anni – ha detto Bagnulo –. Attraverso lo studio, il confronto e gli approfondimenti, si migliora. È però necessario ricordare sempre le radici di questa nobile arte. Capire da dove si è partiti per ricordarsi dove si è diretti. Non vi può essere evoluzione senza valori e principi. Quelli sani, storici e culturali che pongono il Ju Jitsu al primo posto delle arti marziali applicabili alla difesa personale. L’agonismo per chi pratica il Ju Jitsu è solo una “modalità” corollaria utilizzata soprattutto per i più giovani come “sfogo” momentaneo all’esuberanza fisica incanalata nella competizione sportiva ».

©riproduzione riservata – Foto autorizzate – (Leggi l’intervista a G.Bagnulo) | SOSTIENICI

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi