Home / ABC / Sardara, Poste italiane: ritardi nella consegna della corrispondenza

Sardara, Poste italiane: ritardi nella consegna della corrispondenza

In un celebre film del 1946 “il postino suonava sempre due volte”. Nella realtà, invece, oggi suona ogni due giorni e consegna la posta a domicilio in ritardo.
La riorganizzazione del servizio postale, attuata a livello nazionale per ridurre i costi, ha causato disservizi e disagi anche a Sardara.
Lettere, raccomandate e bollette, talvolta scadute, si accumulano nel centro di smistamento territoriale di San Gavino Monreale e non vengono distribuite in modo frequente. Alcuni hanno fatto sapere “di non averle ricevute affatto”.
Facendosi interpreti delle numerose lamentele dei cittadini, la minoranza ha presentato una mozione per discuterne in Consiglio comunale e il sindaco Roberto Montisci ha scritto una lettera al direttore regionale di Poste italiane, indirizzandola anche al prefetto provinciale, nella speranza che vengano individuate cause e soluzioni idonee a evitare quella che il primo cittadino ha definito “un’interruzione di pubblico servizio”.
Severa la critica mossa dal consigliere di opposizione Sergio Saderi che ritiene sintomo di “debolezza” politica “consentire a una società privata, di cui lo Stato italiano è maggiore azionista, visto che detiene circa il 60 percento del capitale sociale (ossia il 60 % di un miliardo, 306milioni e 110mila euro), di dare priorità ai propri interessi, anziché a quelli dei cittadini”. E ha quindi sollecitato il sindaco ad attivarsi anche con la Regione e il Governo.

m.p. ©riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi