Home / ABC / San Gavino, Sagra dello Zafferano: strade e piazze ripulite da cittadini e commercianti

San Gavino, Sagra dello Zafferano: strade e piazze ripulite da cittadini e commercianti

È stata un’edizione di “grande successo” la Sagra dello Zafferano tenutasi oltre due settimane fa a San Gavino Monreale.
Un successo dovuto agli organizzatori, al contributo della comunità e dell’amministrazione comunale, e alla collaborazione di associazioni e commercianti locali. Questi ultimi hanno contribuito anche dopo la manifestazione, ripulendo gran parte del centro abitato. Alcune strade e piazze son state risistemate dagli stessi abitanti e, in particolar modo, da chi possiede un’attività. “Altre invece – segnalano alcuni – sono state lasciate in disordine, come il piazzale davanti all’ingresso laterale del Civis, nella centrale via Roma”.
«In genere ripuliamo noi – confidano alcuni imprenditori locali – almeno davanti ai nostri esercizi commerciali. Questa volta ci ha fatto pure piacere perché la Sagra è stata davvero un successo, anche per le nostre attività. Tuttavia non dovrebbe spettare a noi ripulire il suolo pubblico. Paghiamo le tasse anche per quello».
Cittadini tanto virtuosi da abbellire gli spazi pubblici con composizioni floreale e artistiche, “e tanto da sostituirsi a chi di dovere”, aggiunge uno di loro.
Facendosi portavoce delle lamentele, ha commentato il consigliere di minoranza Lorenzo Argiolas: «Hanno ragione i cittadini. Non bisogna approfittarne. Non sono loro a doversi far carico delle pulizie, ma la ditta che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti. Si auspica che, con la nuova gestione, si implementi anche la pulizia di strade e piazze, e si attivi la app di supporto al cittadino, proposta dalla minoranza e approvata da tutto il Consiglio comunale».
Conferma il sindaco Carlo Tomasi che, ammettendo sia di competenza comunale, dichiara: «Spetta al Comune pulire e a chi gestisce il servizio di pulizia, con il quale abbiamo un accordo per svolgere qualche ora in più quando in paese ci sono eventi importanti. Purtroppo gli operai sono pochi per ripulire tutto subito: se sono in una zona, non possono contemporaneamente trovarsi in un’altra. Tuttavia, confido sempre anche in coloro che traggono vantaggio dagli eventi pubblici e danno una mano. A tal proposito, ci tengo a ringraziarli per la virtuosità e collaborazione manifestate anche in questa circostanza».

Redazione ©riproduzione riservata

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi