Home / ABC / Sanluri: il museo dei frati cappuccini entra nel sistema museale del Comune

Sanluri: il museo dei frati cappuccini entra nel sistema museale del Comune

Con voto unanime, il Consiglio comunale di Sanluri ha indirizzato gli uffici a procedere per inglobare, nel sistema museale sanlurese, anche il museo etnologico e dell’arte sacra dei padri cappuccini.
Accolta con entusiasmo da tutti i consiglieri, la proposta della maggioranza ha comunque sollevato una contestazione sul termine “completamento”. Secondo il consigliere di opposizione Massimiliano Paderi, “il polo museale si potrà ritenere completo soltanto quando sarà realizzato l’atteso museo della Sardegna Giudicale”. Un progetto avviato 13 anni fa dalla Regione, in collaborazione con Oristano e Sanluri, e sigillato quattro anni fa come annunciò l’assessora regionale della cultura, Claudia Firino.
Non ha dubbi il sindaco Alberto Urpi che, sebbene condivida l’urgenza di portare a compimento l’iniziativa, tanto “da aver già sollecitato la Regione assieme al consigliere regionale Alessandro Collu”, ha però replicato all’obiezione di Paderi: «Il museo della Sardegna Giudicale non sarà gestito da noi. Ecco perché il sistema museale sanlurese si completa con l’inserimento del museo dei frati cappuccini che riguarda l’arte sacra religiosa e il loro lavoro nei campi. Con un biglietto unico per il Castello e il museo del pane, ogni anno aumenta la vendita di circa il 25 percento: 15mila biglietti l’anno. Adesso, chiederemo ai frati di far parte della gestione museale, includendo nel biglietto unico anche il loro museo, e questo vuol dire anche che il Comune assumerà una nuova guida turistica. Nel giro di pochi metri troviamo un bellissimo chiostro dei cappuccini con un museo, una discesa narrata con le targhe medievali, si entra al Castello e poi si conclude il percorso con il museo del pane. Siamo passati da un’offerta culturale che valeva il tempo di due, tre ore, a una che vale il tempo di una giornata. Questo è l’obiettivo finale».

Redazione ©riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi