Home / ABC / Sardara: il Comune paga 2.900 euro per una procedura legale iniziata 27 anni fa

Sardara: il Comune paga 2.900 euro per una procedura legale iniziata 27 anni fa

A Sardara non spetta alcun risarcimento dalla procedura fallimentare della società che, quasi 28 anni fa, ha eseguito lavori di completamento del cimitero. Però il Comune deve pagare gli oneri legali all’avvocato che, dal 1991, ha seguito la causa.
Con il solo voto della maggioranza, il Consiglio comunale ha quindi riconosciuto un debito fuori bilancio di 2.918,24 euro da assegnare al legale.
«Il Comune – ha spiegato il sindaco Roberto Montisci – si insinuò correttamente nella procedura, in previsione di un’eventuale ripartizione degli attivi, se ci fosse stata una qualche forma di risarcimento. Invece non c’è stata. La procedura si è conclusa con un nulla di fatto per il Comune perché, dopo il soddisfacimento che prevede la legge per i lavoratori, contributi, fornitori, eccetera, per Sardara non c’era più capienza. Però oggi ci troviamo comunque a soddisfare la giusta pretesa da parte del legale che ha fornito un servizio al Comune. Dobbiamo pagarlo».
Il gruppo di minoranza non ha partecipato al voto.

Redazione ©riproduzione riservata

 

fonte foto di copertina: qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi