Home / In Sardegna / Emergenza trapianti di fegato: 6 morti mentre attendevano un donatore. Arru incontra la Prometeo AITV ODV

Emergenza trapianti di fegato: 6 morti mentre attendevano un donatore. Arru incontra la Prometeo AITV ODV

Ieri mattina la Prometeo AITF ODV ha incontrato l’Assessore regionale della Sanità per analizzare l’attuale drammatica situazione dei trapianti d’organo in Sardegna.

Ieri, mercoledì 19 settembre, l’associazione di trapiantati, Prometeo AITF ODV, ha incontrato l’assessore regionale della Sanità Luigi Benedetto Arru per denunciare l’attuale gravissima situazione dei trapianti d’organo nell’Isola. Come illustrato in dettaglio nella tabella (clicca qui per scaricarla), nei primi 9 mesi del 2018 sono stati effettuati solo 44 trapianti (di cui 24 di rene, 18 di fegato, due di pancreas e nessuno di cuore) e ci sono stati 6 morti in lista di attesa per un trapianto di fegato, un numero mai toccato negli ultimi 10 anni e che rappresenta una sconfitta per il Servizio sanitario regionale. La situazione è allarmante e simile a quella del 2015, quando si registrò il minore numero di trapianti dell’ultimo decennio. Ne furono, infatti, realizzati solo 52 (di cui 34 di rene, tre di cuore, 14 di fegato e uno di pancreas), a fronte di una media annua di 78 trapianti complessivi, e si verificarono, inoltre, 3 morti in lista di attesa.

NOMINA URGENTE DEL COORDINATORE DEL CRT

Dato questo drammatico quadro, la Prometeo ha chiesto all’assessore Arru, innanzitutto, di nominare il nuovo Coordinatore del Centro regionale trapianti: sono, infatti, passati ben tre anni dalla scadenza del mandato del professor Carlo Carcassi che la procedura di selezione del nuovo Coordinatore è giunta a conclusione. È stato anche ribadito quanto già affermato in passato. All’Associazione interessa soprattutto che il nuovo Coordinatore sia capace e fortemente motivato, perché nell’Isola c’è tanto lavoro da svolgere. Su tale punto, l’Assessore ha dichiarato che intende nominare a breve scadenza il nuovo Coordinatore.

POTENZIAMENTO DEL CENTRO TRAPIANTI DI FEGATO E PANCREAS

Altre problematiche affrontate riguardano il Centro trapianti di fegato: il potenziamento del Day Hospital, che si trova ad assistere circa 400 trapiantati con un organico (medici e infermieri) sottodimensionato, e la trasformazione della Terapia semi-intensiva in Rianimazione dedicata ai trapiantati di fegato e pancreas. In particolare, l’Associazione ha chiesto che si sblocchi tale percorso di trasformazione con l’assunzione del personale necessario: almeno due medici rianimatori, quattro infermieri e due OSS. Su tale questione, l’Assessore ha dichiarato di essere assolutamente favorevole e di aver già dato disposizioni in questo senso alla Direttrice generale dell’Azienda ospedaliera “G. Brotzu”, Graziella Pintus.

RISPOSTE ATTESE ENTRO SETTEMBRE

La Prometeo AITF ODV auspica che la nomina del Coordinatore del Centro regionale trapianti sia effettuata entro il mese di settembre: «Riteniamo che per superare la drammatica situazione denunciata, sia fondamentale questa nomina, senza la quale non potrà essere attuato quanto previsto dall’ottima delibera n. 38/29 dell’8 agosto 2017, che ha riorganizzato e rimodernato le funzioni regionali in materia di donazioni, prelievi e trapianti di organi, tessuti e cellule. Attendiamo con fiducia questi atti annunciati dall’Assessore ma, poiché i pazienti sardi in lista hanno poco tempo e non possono aspettare i tempi della politica, notoriamente lunghi, qualora venissero posti in essere con rapidità, siamo pronti a una mobilitazione dei trapiantati, delle persone in lista di attesa per un nuovo organo e dei loro familiari».

C.s. di M.O.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi