Home / Attualità / Cari amici de Il Sardington Post, ecco perché una nuova pagina facebook

Cari amici de Il Sardington Post, ecco perché una nuova pagina facebook

Come sapete, tutto il mondo è paese. Pensiamo spesso che sia l’Italia la capitale mondiale delle cose ingiuste. Bene, non è proprio cosi. Immaginate di prendere in affidamento un terreno agricolo e lavorarlo per un anno e mezzo. Immaginate di averci dedicato tanto tempo, impegno, sudore e denaro per vedere pian piano germogliare qualche piccolo frutto.
Immaginate che, proprio nel momento della nascita di quei piccoli frutti, arrivi il proprietario del terreno e vi distrugga il raccolto. Immaginate poi di non avere la possibilità di chiedergli spiegazioni. Di chiedere dove può esserci stato un eventuale sbaglio.
Ecco cosa è accaduto alla vecchia pagina facebook de Il Sardington Post.
Facebook ha deciso di non farci più accedere al profilo che gestisce la pagina del giornale. Pare debbano controllare la veridicità della foto del profilo. La cosa assurda è che però la pagina era già stata verificata, e certificata (con apposito bollino), proprio attraverso l’ausilio di quel profilo. Questo perché avevamo ritenuto corretto far sapere ai lettori e a facebook che siamo giornalisti iscritti all’Albo e che il quotidiano è regolarmente registrato in Tribunale come testata giornalistica. Insomma, giusto per dare un valore aggiunto a tutto. Questo è accaduto una settimana fa. Riteniamo molto grave il fatto. Non già perché facebook fa dei controlli, anzi. Ma perché li fa a casaccio, secondo i criteri di un software e senza tener conto di chi eventualmente, come nel nostro caso, sta andando a danneggiare. (Con tutte le pagine e i profili, che divulgano fake news, odio, diffamazione, insulti, bugie e truffe…).
Ma, ancor più grave, è il fatto che l’editore del giornale, dunque un organo aziendale, non possa avere un contatto diretto con un ufficio segnalazioni dell’azienda con cui collabora, anche in termini commerciali. Nessuna persona, operatore in carne ed ossa, a risponderti. Nessun contatto telefonico. Nulla. Solo un form preimpostato che non sente ragioni.
Spiegandovi i motivi per cui è stata aperta questa nuova pagina, vogliamo anche dire a gran voce che non è corretto, secondo noi, che un’azienda non possa avere un contatto diretto con un’altra azienda, in caso di problemi. Almeno per quelle aziende che, professionalmente e legalmente, divulgano notizie attraverso i canali social. Seppur facebook sia un’azienda privata e non pubblica, che ha al suo interno statuti e regole che giustamente si è costretti ad accettare, rimane però assolutamente scorretto che non si rispettino le regole elementari e etiche alla base dei rapporti commerciali e di collaborazione: ossia, la comunicazione, la fiducia e, come si usa dire in ambiente commerciale, secondo il fare del buon padre di famiglia.
Approfittiamo per chiedervi di aiutarci, e dedicare un po’ di tempo a chiedere ai vostri amici di mettere “mi piace” alla nuova pagina “Nova Sardington” (ecco il link).

Aiutateci a recuperare un anno e mezzo di fatica e impegno, per poter continuare a dare, a più persone possibili, un’informazione locale corretta e deontologica.

Non è nostra abitudine chiedervi di condividere, ma questa volta ve lo chiediamo.
Nella speranza che, tra un anno e mezzo, non accada di nuovo questo enorme e grave danno per noi, ne approfittiamo per ringraziarvi tutti.

La Redazione de Il Sardington Post

AGGIORNAMENTO DEL 19.febbraio 2018

Cari amici lettori de Il Sardington Post,

come vi avevamo comunicato qualche giorno fa, da circa due settimane avevano bloccato l’account per accedere alla pagina facebook “Il Sardington Post” delll’omonimo giornale.
Poiché non speravamo più che lo sbloccassero, abbiamo dovuto aprire una nuova pagina, “Nova Sardington”.
La redazione è lieta di comunicare che, finalmente e inaspettatamente, Facebook ha sbloccato l’account della prima pagina, ufficiale e certificata, del quotidiano online ilsardingtonpost.it.

Le notizie riprenderanno ad essere divulgate nella pagina originaria.

La redazione, inoltre, ci tiene a ringraziare vivamente coloro che hanno continuato a seguirci, nonostante il disagio, e ci hanno aiutato attivamente ad andare avanti.

Seguiteci sulla pagina “Il Sardington Post”, o via Whatsapp (o Telegram) inviando al 3384236433 il messaggio “Attiva servizio”.

La Redazione

foto satirica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi