Home / Collinas / Collinas: Festival culturale, sociale e artistico sull’identità del territorio

Collinas: Festival culturale, sociale e artistico sull’identità del territorio

Con l’incontro assieme alla scrittrice Paola Abis di Collinas e a Bruno Daga, presidente dell’omonima Fondazione, è iniziato l’anteprima del festival “Terra. Il luogo del nostro abitare”, che si svolgerà a Collinas dal 15 al 17 settembre.
La manifestazione culturale, sociale e artistica, organizzata dalla “Fondazione Daga unità delle diversità” in collaborazione con l’amministrazione comunale, vedrà le esibizioni ed esposizioni di numerosi artisti collinesi e dell’isola, che dedicheranno le tre giornate alla “terra”, al modo di vivere il territorio. Fotografi, pittori, scultori, ceramisti, artigiani, scrittori, cantanti, musicisti e attori uniti nel rappresentare l’identità di un territorio.
Il ricco programma prenderà il via alle 18.30 con l’apertura degli stand nel salone dell’ex Monte Granatico dove esporranno e si esibiranno, tra gli altri, anche il pittore e scultore Luigi Pillitu, la fotografa espressionista Giulia Carta, la ceramista Ignazia Tinti e la scultrice e ceramista Teresa Addis. Alle 21, quando verrà chiuso il Salone, il Festival si sposterà nella chiesa San Sebastiano dove si svolgerà il concerto con il coro dei ragazzi di Collinas, il maestro chitarrista Davide Mocci e la soprano Valentina Pintus.
Le porte del Salone verranno riaperte sabato 16 alle 10 con l’inaugurazione della Mostra artistica del territorio. Proseguiranno due incontri pubblici: uno sul tema delle neuro diversità con i relatori Bruno Daga, Giancarlo Onnis e Rosanna Serra, e l’altro sul tema del Festival con il relatore Salvatore Pintore. Alle 15.30, nella biblioteca comunale, si terrà un incontro letterario sull’infanzia con la scrittrice Cinzia Tuveri. Alle 17 sarà di scena l’attrice Carmela Arghittu in una spettacolare performance e alle 18.30 si terrà l’incontro letterario di poesia e identità con i poeti Antonello Bazzu, Anna Cristina Serra, Vincenzo Pisanu e Giuseppe Tirotto, e il Coro Gavino Gabriel di Tempio Pausania.
Domenica 17 la manifestazione riprenderà alle 10.30, quando poeti e musicisti condivideranno i propri versi percorrendo le strade e gli angoli suggestivi del centro storico: in un itinerario che va da Casa Onnis fino alla piazzetta della chiesa San Sebastiano.
Di pomeriggio fino a sera tarda si esibiranno: gli Actores Alidos nel concerto acustico per voci, ancora una volta il coro dei ragazzi forresi, il jazzista Marco Parodi con la poetessa Patrizia Brai e il gruppo folk locale Giovanni Battista Tuveri.
Oltre agli artisti sopracitati, prenderanno parte al Festival: le poetesse Maria Teresa Tedde e Alice Scano, i pittori Giancarlo Cadeddu, Gisella Mura, Fedora Cadeddu e Andrea Spano. Il fumettista Francesco Scano, il pittoscultore Mauro Murtas, i ceramisti Sonya Pilloni e Ugo Serpi, la decoratrice del vetro Eleonora Matta, l’artigiano del legno Alberto Tuveri, il cantante Nicolò Cancedda, lo scrittore Andrea Pau, i fotografi Gabriella Melis e Efisio Spanu.
E Brunella Pau, Bonaria Putzolu, Sandra Pau, Cristina Brau e Emanuela Pau con le proprie creazioni artigianali tipiche locali e di cucito e uncinetto.

r.isp

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *